Ezechiele

Capitolo 35

CEI 2008 - Audio Interconfessionale

Indice

Contro i monti di Edom

1 Mi fu rivolta questa parola del Signore:
Ez 25,12-14+
Dt 2,1+
2 « Figlio dell'uomo, volgiti verso il monte Seir e profetizza contro di esso.
3 Annunzierai: Dice il Signore Dio: Eccomi a te, monte Seir, anche su di te stenderò il mio braccio e farò di te una solitudine, un luogo desolato.
4 Ridurrò le tue città in macerie, e tu diventerai un deserto; così saprai che io sono il Signore.
5 Tu hai mantenuto un odio secolare contro gli Israeliti e li hai consegnati alla spada nel giorno della loro sventura, quando ho posto fine alla loro iniquità;
6 per questo, com'è vero che io vivo - dice il Signore Dio - ti abbandonerò al sangue e il sangue ti perseguiterà; tu hai odiato il sangue e il sangue ti perseguiterà.
Ap 16,6
7 Farò del monte Seir una solitudine e un deserto e vi eliminerò chiunque su di esso va e viene.
8 Riempirò di cadaveri i tuoi monti; sulle tue alture, per le tue pendici, in tutte le tue valli cadranno i trafitti di spada.
9 In solitudine perenne ti ridurrò e le tue città non saranno più abitate: saprete che io sono il Signore.
10 Poiché hai detto: Questi due popoli, questi due territori saranno miei, noi li possiederemo, anche se là è il Signore.
11 Per questo, com'è vero che io vivo - oracolo del Signore Dio - io agirò secondo quell'ira e quel furore che tu hai dimostrato nell'odio contro di loro e mi rivelerò in mezzo a loro quando farò giustizia di te:
12 saprai allora che io sono il Signore. Ho udito tutti gli insulti che tu hai proferiti contro i monti d'Israele: Sono deserti; sono dati a noi perché vi pascoliamo.
13 Contro di me avete fatto discorsi insolenti, contro di me avete moltiplicato le parole: ho udito tutto.
14 Così dice il Signore Dio: Poiché tutto il paese ha gioito, farò di te una solitudine:
15 Poiché tu hai gioito per l'eredità della casa d'Israele che era devastata, così io tratterò te: sarai ridotto a una solitudine, o mente Seir, e tu Edom, tutto intero; si saprà che io sono il Signore ».
Indice

Abbreviazioni
35,1-15 Oracolo di condanna per il monte Seir
La popolazione di Edom, indicata con l'appellativo monte Seir ( v. 2 ), è accusata di aver tentato di sottrarre al Signore la sua proprietà, cioè i monti d'Israele ( v. 12 )
Secondo l'AT, la terra promessa appartiene a Dio, che la dona al suo popolo
Questo oracolo avrebbe trovato la sua collocazione naturale tra gli oracoli contro le nazioni
Ma qui si accorda con l'oracolo che segue, rivolto alle montagne di Israele
35,6 tu hai odiato il sangue: con il TM;
BJ con i LXX traduce: « Ti sei reso colpevole versando il sangue » ( cf. Ez 22,4 )
35,10 Dopo il 587 Edom non ha occupato che il sud della Palestina ( l'Idumea )
e, salvo forse qualche incursione episodica, non ha mai tentato di invadere tutto Giuda e Israele, i « due territori » ( cf. Ez 37,22 )
Ma gli esiliati hanno interpretato la notizia dell'invasione idumea come una minaccia riguardante tutta la terra di Jahve