Catechismo della Chiesa Cattolica

III. Lo Spirito Santo, interprete della Scrittura

109 Nella sacra Scrittura, Dio parla all'uomo alla maniera umana.

Per una retta interpretazione della Scrittura, bisogna dunque ricercare con attenzione che cosa gli agiografi hanno veramente voluto affermare e che cosa è piaciuto a Dio manifestare con le loro parole.79

110 Per comprendere l'intenzione degli autori sacri, si deve tener conto delle condizioni del loro tempo e della loro cultura, dei « generi letterali » allora in uso, dei modi di intendere, di esprimesi, di raccontare, consueti nella loro epoca.

« La verità infatti viene diversamente proposta ed espressa nei testi in varia maniera storici o profetici, o poetici, o con altri generi di espressione ».80

111 Però, essendo la Sacra Scrittura ispirata, c'è un altro principio di retta interpretazione, non meno importante del precedente, senza il quale la Scrittura resterebbe lettera morta: la Sacra Scrittura deve « essere letta e interpretata con l'aiuto dello stesso Spirito mediante il quale è stata scritta » 81

Il Concilio Vaticano II indica tre criteri per una interpretazione della Scrittura conforme allo Spirito che l'ha ispirata:82

112 1. Prestare grande attenzione « al contenuto e all'unità di tutta la Scrittura ».

128
368

Infatti, per quanto siano differenti i libri che la compongono, la Scrittura è una in forza dell'unità del disegno di Dio, del quale Cristo Gesù è il centro e il cuore, aperto dopo la sua Pasqua. ( Lc 24,25-27.44-46 )

Il cuore ( Sal 22,15 ) di Cristo designa la Sacra Scrittura che appunto rivela il cuore di Cristo.

Questo cuore era chiuso prima della Passione, perché la Scrittura era oscura.

Ma la Scrittura è stata aperta dopo la Passione, affinché coloro che ormai ne hanno l'intelligenza considerino e comprendano come le profezie debbano essere interpretate.85

113 2. Leggere la Scrittura nella « Tradizione vivente di tutta la Chiesa ».

81
90

Secondo un detto dei Padri, « sacra Scriptura principalius est in corde Ecclesiae quam in materialibus instrumentis scripta - la Sacra Scrittura è scritta nel cuore della Chiesa prima che su strumenti materiali ».

Infatti, la Chiesa porta nella sua Tradizione la memoria viva della Parola di Dio ed è lo Spirito Santo che le dona l'interpretazione di essa secondo il senso spirituale.86

114 3. Essere attenti « all'analogia della fede ». ( Rm 12,6 )

Per « analogia della fede » intendiamo la coesione delle verità della fede tra loro e nella totalità del progetto della Rivelazione.

Indice

79 Conc. Ecum. Vat. II, Dei Verbum 12,1
80 Conc. Ecum. Vat. II, Dei Verbum 12,2
81 Conc. Ecum. Vat. II, Dei Verbum 12,3
82 Conc. Ecum. Vat. II, Dei Verbum 12,3
85 San Tommaso d'Aquino, Expositio in Psalmos, 21,11
86 « ... secundum spiritualem sensum quem Spiritus donat Ecclesiae »: Origine, Homiliae in Leviticum, 5, 5