Sacrosanctum concilium

I. Natura della sacra liturgia e sua importanza nella vita della Chiesa

12 Liturgia e preghiera personale

La vita spirituale tuttavia non si esaurisce nella partecipazione alla sola liturgia.

Il cristiano, infatti, benché chiamato alla preghiera in comune, è sempre tenuto a entrare nella propria stanza per pregare il Padre in segreto; ( Mt 6,6 ) anzi, secondo l'insegnamento dell'Apostolo, è tenuto a pregare incessantemente. ( 1 Ts 5,17 )

L'Apostolo ci insegna anche a portare continuamente nel nostro corpo i patimenti di Gesù morente, affinché anche la vita di Gesù si manifesti nella nostra carne mortale. ( 2 Cor 4,10-11 )

Per questo nel sacrificio della messa preghiamo il Signore che, « accettando l'offerta del sacrificio spirituale », faccia « di noi stessi un'offerta eterna ».32

Indice

32 Missale romanum, orazione sulle offerte del lunedì fra l'ottava della Pentecoste