Sacrosanctum concilium

Il mistero eucaristico

55 Comunione sotto le due specie

Si raccomanda molto quella partecipazione più perfetta alla messa, nella quale i fedeli, dopo la comunione del sacerdote, ricevono il corpo del Signore con i pani consacrati in questo sacrificio.

Fermi restando i principi dottrinali stabiliti dal Concilio di Trento,40 la comunione sotto le due specie si può concedere sia ai chierici e religiosi sia ai laici, in casi da determinarsi dalla sede apostolica e secondo il giudizio del vescovo, come per esempio agli ordinati nella messa della loro sacra ordinazione, ai professi nella messa della loro professione religiosa, ai neofiti nella messa che segue il battesimo.

Indice

40 Conc. di Trento Sess. XXI, Doctrina de Communione sub utraque specie et parvulorum, capp. 1-3