Salmi

Capitolo 126 ( 125 )

CEI 2008 - Audio Interconfessionale

Canto del ritorno

1 Canto delle ascensioni.
Quando il Signore ricondusse i prigionieri di Sion,
ci sembrava di sognare.
2 Allora la nostra bocca si aprì al sorriso,
la nostra lingua si sciolse in canti di gioia.
Allora si diceva tra i popoli:
« Il Signore ha fatto grandi cose per loro ».
Gb 8,21
Ez 36,36
3 Grandi cose ha fatto il Signore per noi,
ci ha colmati di gioia.
Lc 1,49
4 Ricordati, Signore, i nostri prigionieri,
come i torrenti del Negheb.
5 Chi semina nelle lacrime
mieterà con giubilo.
Is 25,8-9
Bar 4,23
Ap 21,4
6 Nell'andare, se ne va e piange,
portando la semente da gettare,
ma nel tornare, viene con giubilo,
portando i suoi covoni.
Ger 31,9
Gv 12,24
Gv 16,20
Indice

Abbreviazioni
126,1 Più che al ritorno dall'esilio babilonese ( a cui sembrerebbe riferirsi una diversa traduzione del v. 1: "Quando il Signore ricondusse i prigionieri di Sion" ), questa supplica sembra alludere al ritorno nella situazione di armonia e di pace in cui il Signore colloca l'orante ( e la sua comunità ) dopo alterne vicende di dolore, di sofferenza e di pericolo.
126 Per i rimpatriati, alle prese con le difficoltà della restaurazione ( cf. Ne 5; ecc. ), il ritorno dall'esilio di Babilonia prefigura l'avvento dell'era messianica.
126,4 i torrenti del Negheb: in questa regione arida le piogge primaverili portano acqua ai torrenti e fanno rivivere la natura. ( cf. Gb 6,15 )