Lumen gentium

Il popolo di Dio

17 Carattere missionario della Chiesa

Come infatti il Figlio è stato mandato dal Padre, così ha mandato egli stesso gli apostoli ( Gv 20,21 ) dicendo: « Andate dunque e ammaestrate tutte le genti, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro ad osservare tutto quanto vi ho comandato.

Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine del mondo » ( Mt 28,18-20 ).

E questo solenne comando di Cristo di annunziare la verità salvifica, la Chiesa l'ha ricevuto dagli apostoli per proseguirne l'adempimento sino all'ultimo confine della terra ( At 1,8 ).

Essa fa quindi sue le parole dell'apostolo: « Guai... a me se non predicassi! » ( l Cor 9,16 ) e continua a mandare araldi del Vangelo, fino a che le nuove Chiese siano pienamente costituite e continuino a loro volta l'opera di evangelizzazione.

È spinta infatti dallo Spirito Santo a cooperare perché sia compiuto il piano di Dio, il quale ha costituito Cristo principio della salvezza per il mondo intero.

Predicando il Vangelo, la Chiesa dispone coloro che l'ascoltano a credere e a professare la fede, li dispone al battesimo, li toglie dalla schiavitù dell'errore e li incorpora a Cristo per crescere in lui mediante la carità finché sia raggiunta la pienezza.

Procura poi che quanto di buono si trova seminato nel cuore e nella mente degli uomini o nei riti e culture proprie dei popoli, non solo non vada perduto, ma sia purificato, elevato e perfezionato a gloria di Dio, confusione del demonio e felicità dell'uomo.

Ad ogni discepolo di Cristo incombe il dovere di disseminare, per quanto gli è possibile, la fede.21

Ma se ognuno può conferire il battesimo ai credenti, è tuttavia ufficio del sacerdote di completare l'edificazione del corpo col sacrificio eucaristico, adempiendo le parole dette da Dio per mezzo del profeta: « Da dove sorge il sole fin dove tramonta, grande è il mio Nome tra le genti e in ogni luogo si offre al mio Nome un sacrificio e un'offerta pura » ( Ml 1,11 ). 22

Così la Chiesa unisce preghiera e lavoro, affinché il mondo intero in tutto il suo essere sia trasformato in popolo di Dio, corpo mistico di Cristo e tempio dello Spirito Santo, e in Cristo, centro di tutte le cose, sia reso ogni onore e gloria al Creatore e Padre dell'universo.

Indice

21 Benedetto XV, Lett. Apost. Maximum illud
Pio XI, Enc. Rerum Ecclesiae
Pio XII, Enc. Fidei Donum, 21 aprile 1957
22 Didachè, 14;
S. Giustino, Dial. 41: PG 6, 564.
S. Ireneo, Adv. Haer. IV, 17, 5; PG 7, 1023;
Harvey, 2, p. 199 s. Conc. trid., Sess. 22, cap. 1;
Denz. 939 ( 1742 )