Lumen gentium

II. Funzione della beata Vergine nell'economia della salvezza

58 Maria e la vita pubblica di Gesù

Nella vita pubblica di Gesù la madre sua appare distintamente fin da principio, quando alle nozze in Cana di Galilea, mossa a compassione, indusse con la sua intercessione Gesù Messia a dar inizio ai miracoli ( Gv 2,1-11 ).

Durante la predicazione di lui raccolse le parole con le quali egli, mettendo il Regno al di sopra delle considerazioni e dei vincoli della carne e del sangue, proclamò beati quelli che ascoltano e custodiscono la parola di Dio ( Mc 3,35; Lc 11,27-28 ), come ella stessa fedelmente faceva ( Lc 2,19.51 ).

Così anche la beata Vergine avanzò nella peregrinazione della fede e serbò fedelmente la sua unione col Figlio sino alla croce, dove, non senza un disegno divino, se ne stette ( Gv 19,25 ), soffrendo profondamente col suo Unigenito e associandosi con animo materno al suo sacrifico, amorosamente consenziente all'immolazione della vittima da lei generata; e finalmente dallo stesso Gesù morente in croce fu data quale madre al discepolo con queste parole: Donna, ecco tuo figlio ( Gv 19,26-27 ).11

Indice

11 Pio XII, Enc. Mystici Corporis, 29 giugno 1943