La predestinazione dei Santi

1.1 Approfondimento dei temi già trattati
1.2 La questione ancora oscura è la predestinazione dei santi
2.3 Punto da dimostrare: la fede è un dono di Dio
2.4 Le testimonianze divine
2.5 Per dare inizio e perfezionamento alla fede la nostra sufficienza viene da Dio
2.6 Dio, che può fare quello che ha promesso, produce la fede delle nazioni
3.7 L'errore di Ag.: anch'egli credette che la fede non fosse un dono di Dio
4.8 Ma fu illuminato dal Signore
5.9 Cos'hai che tu non abbia ricevuto?
5.10 La fede è uno dei beni donati da Dio che distinguono uomo da uomo
6.11 Tuttavia crede chi vuole
7.12 L'Apostolo dice che l'uomo è giustificato dalla fede e non dalle opere, perché la fede è data per prima
8.13 È il Padre che concede di credere
8.14 Perché Dio non insegna a tutti a venire a Cristo?
8.15 Dio non insegna a chi non vuole imparare?
8.16 Conclusione: la fede, all'inizio o al perfezionamento, è sempre un dono di Dio
9.17 Obiezione dei pagani: perché Cristo venne dopo un tempo tanto lungo?
9.18 Perché non fu fatto riferimento ai predestinati
10.19 Distinzione fra grazia e predestinazione
10.20 Non si può essere figli di Abramo senza la fede; quindi Dio dona anche la fede
11.21 L'uomo confidi nella ferma promessa del Signore piuttosto che nella sua debole volontà
11.22 Come vadano intese le parole: se crederai, sarai salvato
12.23 Nei bambini e nel nostro Mediatore non si possono ritrovare meriti precedenti
12.24 Se i bambini vengono giudicati secondo i meriti che avrebbero avuto, se fossero vissuti ...
13.25 ... oppure se sono privati del Battesimo perché Dio prevede che se vivessero non si pentirebbero
14.26 Cipriano e il libro della Sapienza non concordano con simili convinzioni
14.27 L'affermazione del libro della Sapienza equivale alle interpretazioni degli antichi commentatori cattolici
14.28 La testimonianza di Cipriano
14.29 Conclusione
15.30 Il Salvatore, luminoso esempio di predestinazione e di grazia
15.31 Grazia e predestinazione sia di Cristo che di noi sono doni gratuiti di Dio
16.32 Quelli che sono chiamati secondo il decreto
16.33 I doni e la chiamata di Dio sono senza ripensamenti
17.34 La chiamata degli eletti
18.35 Dio predestinò i suoi eletti prima della creazione del mondo
18.36 Dio ci scelse non perché saremmo stati santi, ma perché lo fossimo
18.37 Errore dei pelagiani che fanno precedere la grazia dai meriti umani
19.38 Confutazione della tesi pelagiana secondo cui Dio ebbe prescienza unicamente della nostra fede e in base a questa ci predestinò
19.39 Se non si giudica falso il ringraziamento dell'Apostolo, Dio dona l'inizio della fede
20.40 È Dio che apre la porta del cuore alla fede
20.41 Chiarissima dimostrazione di questa verità
20.42 Il fatto che Dio piega le volontà degli uomini riguarda o no la presente questione?
20.43 Conclusione