1 Re

Capitolo 4

CEI 2008 - Audio Interconfessionale

I grandi ufficiali di Salomone

1 Il re Salomone estendeva il suo dominio su tutto Israele.
2 Questi furono i suoi dignitari: Azaria figlio di Zadòk fu sacerdote.
3 Elicoref e Achia, figli di Sisa, scribi. Giòsafat, figlio di Achilùd, archivista.
4 Benaià, figlio di Ioiadà, capo dell'esercito. Zadòk e Ebiatàr, sacerdoti.
5 Azaria, figlio di Natan, capo dei prefetti. Zabud, figlio di Natan, sacerdote, amico del re.
1 Re 4,7s
6 Achisar maggiordomo. Adoniram, figlio di Abda, sovrintendente ai lavori forzati.
1 Re 5,27

I prefetti di Salomone

7 Salomone aveva dodici prefetti su tutto Israele; costoro provvedevano al re e alla sua famiglia; ognuno aveva l'incarico di procurare il necessario per un mese all'anno.
8 Questi sono i loro nomi: … figlio di Cur, sulle montagne di Efraim;
9 … figlio di Deker, a Makaz, a Saalbìm, a Bet-Sèmes, ad Aialon fino a Bet-Canan;
10 … figlio di Chesed, in Arubbòt; a lui appartenevano Soco e tutto il paese di Chefer;
11 … figlio di Abinadàb, aveva tutta la costa di Dor ( sua moglie era Tafar, figlia di Salomone );
12 Baana, figlio di Achilùd, aveva Tàanach, Meghìddo, sino al di là di Iakmeam, e tutto Beisan che è sotto Izreèl, da Beisan fino ad Abel-Mecola che è verso Zartan;
13 … figlio di Gheber, in Ramot di Gàlaad; a lui appartenevano i villaggi di Iair figlio di Manàsse in Gàlaad, il distretto di Argob in Basan, sessanta grandi città con mura e spranghe di bronzo;
14 Achinadàb, figlio di Iddo, a Macanàim;
15 Achimaaz in Nèftali - anche costui aveva preso in moglie una figlia di Salomone, Bosmat -;
16 Baana, figlio di Cusai, in Aser e in Zàbulon;
17 Giòsafat, figlio di Paruach, in Issacar;
18 Simei, figlio di Ela, in Beniamino;
19 Gheber, figlio di Uri, nel paese di Gad, già terra di Sicon re degli Amorrei e di Og re di Basan.
Inoltre c'era un prefetto nel territorio di Giuda.
20 Giuda e Israele erano numerosi come la sabbia del mare e mangiavano e bevevano allegramente.
Qo 3,12-13
Indice

Abbreviazioni
4,1-5,8 I funzionari del regno di Salomone
4,2 dignitari:
l'araldo è capo del protocollo e intermediario tra il re e il popolo;
il maggiordomo è il vizir delle corti orientali, il primo ministro;
l'amico del re porta un titolo onorifico, ma non esercita una funzione particolare;
il sacerdote, capo del collegio sacerdotale, è assimilato ai funzionari del re.
- Salomone conserva l'araldo di Davide e assume i figli del suo sacerdote e del suo segretario ( cf. 2 Sam 8,16s; 2 Sam 20,23s ).
4,3 Elicoref: con il TM; BJ congettura: « Elihaf ».
4,4 Glossa; la seconda parte contraddice il v 2 e 1 Re 2,26s.
4,5 sacerdote: BJ omette con una parte del greco e vet. lat.
4,6 Prima di Adoniram, BJ ha: « Eliab figlio di Ioab, capo dell'esercito »; il nome e il titolo del capo dell'esercito mancano nell'ebraico e sono restituiti secondo il greco.
- Adoniram: con il TM; BJ congettura: « Adoram ».
4,7 prefetti: è una istituzione salomonica che assicura l'arruolamento e l'uso delle prestazioni in natura.
I dodici distretti si ripartiscono in tre gruppi:
1. il dominio dei figli di Giuseppe, Èfraim e Manàsse ( v 8 ), assieme alle città cananee conquistate o riconquistate ( vv 9-12 ) e quelle annesse della Transgiordania ( vv 13-14 );
2. le tribù del nord ( vv 15-17 );
3. Beniamino ( v 18 ) e Gad ( v 19 ).
Giuda aveva un regime particolare ( v 19+ ).
4,8 il figlio di Cur: i funzionari sono citati solo col nome del padre e non con il loro.
L'autore vuole forse indicare quelle famiglie che offrivano abitualmente funzionari al re.
Il documento d'archivio inserito qui aveva il bordo deteriorato; ciò spiega perché, per i primi prefetti, sia conservato solo il nome del loro padre.
- Nel v 9 i nomi geografici Makaz e Aialon sono corretti.
4,11 Tafat: con il TM; BJ con i LXX legge: « Tabaat ».
4,12 La traduzione ristabilisce lo ordine geografico confuso.
4,16 Zabulon: conget.; BJ con i LXX traduce: « scogliere », alla lettera « salite », ma`alôt; il TM ha: « a Baalot ».
- È la costa montagnosa tra Acri e Tiro.
4,19 Gad: con i LXX; il TM ha « Gàlaad ».
- territorio di Giuda: BJ traduce « il paese », termine che, senza specificazione, designa il territorio di Giuda in opposizione alle province d'Israele.
Giuda aveva dunque un'amministrazione speciale, che sottolinea il carattere dualista della monarchia salomonica.