2 Samuele

Capitolo 8

CEI 2008 - Audio Interconfessionale

Le guerre di Davide

1 Dopo, Davide sconfisse i Filistei e li sottomise e tolse di mano ai Filistei Gat e le sue dipendenze.
1 Cr 18,1-13
2 Sconfisse anche i Moabiti e, facendoli coricare per terra, li misurò con la corda; ne misurò due corde per farli mettere a morte e una corda intera per lasciarli in vita.
I Moabiti divennero sudditi di Davide, a lui tributari.
3 Davide sconfisse anche Hadad-Ezer, figlio di Recòb, re di Zobà, mentre egli andava ad estendere il dominio sul fiume Eufrate.
4 Davide gli prese millesettecento combattenti sui carri e ventimila fanti: tagliò i garretti a tutte le pariglie di cavalli, riservandone soltanto cento.
Gs 11,6,9
Dt 17,16
5 Quando gli Amorreri di Damasco vennero per soccorrere Hadad-Ezer, re di Zobà, Davide ne uccise ventiduemila.
6 Poi Davide stabilì guarnigioni nell'Aram di Damasco e gli Aramei divennero sudditi di Davide e a lui tributari.
Il Signore rendeva vittorioso Davide dovunque egli andava.
7 Davide tolse ai servitori di Hadad-Ezer i loro scudi d'oro e li portò a Gerusalemme.
2 Re 11,10
8 Il re Davide prese anche grande quantità di rame a Bètach e a Berotài, città di Hadad-Ezer.
9 Quando Toù, re di Amat, seppe che Davide aveva sconfitto tutto l'esercito di Hadad-Ezer,
10 mandò al re Davide suo figlio Adduràm per salutarlo e per benedirlo perché aveva mosso guerra a Hadad-Ezer e l'aveva sconfitto; infatti Hadad-Ezer era sempre in guerra con Toù. Adduràm gli portò vasi d'argento, vasi d'oro e vasi di rame.
11 Il re Davide consacrò anche quelli al Signore, come già aveva consacrato l'argento e l'oro tolto alle nazioni che aveva soggiogate,
12 agli Aramei, ai Moabiti, agli Ammoniti, ai Filistei, agli Amaleciti, e come aveva fatto del bottino di Hadad-Ezer figlio di Recòb, re di Zobà.
13 Al ritorno della sua vittoria sugli Aramei, Davide acquistò ancora fama, sconfiggendo nella Valle del Sale diciottomila Idumei.
14 Stabilì guarnigioni in Idumea; ne mise per tutta l'Idumea e tutti gli Idumei divennero sudditi di Davide; il Signore rendeva vittorioso Davide dovunque egli andava.
2 Re 14,7
1 Re 11,14-25

L'amministrazione del regno

15 Davide regnò su tutto Israele e pronunziava giudizi e faceva giustizia a tutto il suo popolo.
1 Cr 18,14-17
16 Ioab figlio di Zeruià comandava l'esercito; Giosafat figlio di Achilùd era archivista;
2 Sam 20,23-26
1 Re 4,1-6+
17 Zadòk figlio di Achitùb e Achimèlech figlio di Ebiatàr erano sacerdoti; Seraià era segretario;
18 Benaià, figlio di Ioiadà era capo dei Cretei e dei Peletei e i figli di Davide erano ministri.
Indice

Abbreviazioni
8,1-18 Vittorie militari di Davide
8,1-14 Riassunto delle campagne militari del regno.
La guerra contro gli ammoniti è tralasciata perché sarà raccontata in 2 Sam 10-12, in rapporto alla storia di Betsabea.
8,1 Gat e le sue dipendenze: con 1 Cr 18,1.
L'ebraico ha due parole incomprensibili.
La traduzione « il controllo della metropoli » non si giustifica affatto; probabilmente si tratta di un nome geografico.
8,3 Adadèzer: "Adad è il mio aiuto"; era il re arameo di Soba,
località situata tra l'Anti-Libano e il deserto siro-arabico.
Il significato è incerto.
Noi comprendiamo così: Hadadèzer capo del principato di Zobà, nell'Anti-Libano, esercita una egemonia sui gruppi aramei vicini
e cerca di allargarsi verso l'Eufrate ( il Fiume );
Davide ne approfitta per attaccarne la retroguardia.
Può darsi comunque che si tratti di un'altra versione della campagna del c 10.
8,4 L'esercito israelita non avrà un corpo di combattenti su carri trascinati da cavalli prima di Salomone.
Come possiamo spiegare i numeri nei libri delle Cronache?
8,9-10 Dalla vittoria su Adadèzer, il re d'Israele trasse grande prestigio sulle piccole nazioni vicine, rimaste prudentemente estranee al conflitto.
È il caso del regno di Camat in Siria, che era stato sempre in guerra con Soba.
8,9 Amat: sull'Oronte ( Gen 10,18, ecc. ), a nord dei territori controllati da Hadad-tzer.
8,10 Adduram: con 1 Cr 18,10; cf. i LXX; il TM ha « Jóram » e trasforma un nome pagano in un nome jahvista.
8,13 valle del Sale: la sua localizzazione è incerta; fu teatro della guerra contro gli Edomiti anche più tardi, al tempo del re Amasia ( 2 Re 14,7 ).
( l'Araba, la vallata che prolunga al sud il mar Morto ).
Aramei: con il TM ( cf. il titolo del Sal 60 );
BJ con 1 Cr 18,12 e versioni legge: « idumei ».
8,14 ne mise per tutta l'Idumea: con il TM; BJ con Cr omette questa ripetizione.
8,17 Achimèlech figlio di Ebiatar: con il TM; BJ invece legge: « Ebiatar figlio di Achimèlech », restituendo la genealogia di Ebiatar secondo 1 Sam 22,20.
Inoltre, annotando « Zadòk figlio di Achitub », il TM probabilmente vuol dare a Zadòk una ascendenza di cui era sprovvisto ( cf. anche 1 Cr 5,34; 1 Cr 6,37s ).
Zadòk è un uomo « nuovo »: egli soppianterà Ebiatar ( 1 Re 2,26s ), compiendo la profezia contro la casa di Eli ( 1 Sam 2,30-36 ), e la sua famiglia avrà il monopolio del sacerdozio di Gerusalemme fino all'esilio.
Seraià: il nome sembra originale in questa antica lista.
Ma esso diventa Shija o Shuwa ( 2 Sam 20,25; BC conserva Seraia ),
Sisa ( 1 Re 4,3 ), Savsa ( 1 Cr 18,16 ); si tratta forse di corruzioni del suo titolo egiziano di « scriba ».
8,18 Cretei e Peletei: mercenari stranieri originari della Filistea, che componevano la guardia personale di Davide ( 2 Sam 15,18; 2 Sam 20,7.23; 1 Re 1,38.44 ).
- era capo: o alla lettera « sopra »: omesso dall'ebraico, è restituito secondo Cronache e versioni.
- ministri: o alla lettera « sacerdoti »; indicazione strana.
Forse assistenti o sostituti del loro padre nelle funzioni sacerdotali che erano legittimamente esercitate dal re ( cf. 2 Sam 6,13-20 ).
Sui Cretei vedi nota a 1 Sam 30,14