2 Cronache

Capitolo 28

CEI 2008 - Audio Interconfessionale

V. Le grandi riforme di Ezechia e di Giosia

1. Empità di Acaz, padre di Ezechia

1 Quando Acaz divenne re, aveva vent'anni; regnò sedici anni in Gerusalemme.
Non fece ciò che è retto agli occhi del Signore, come Davide suo antenato.
2 Re 16,2-4
2 seguì le strade dei re di Israele; fece perfino fondere statue per i Baal.  
3 Egli bruciò incenso nella valle di Ben-Hinnòn; bruciò i suoi figli nel fuoco, imitando gli abomini delle popolazioni che il Signore aveva scacciate davanti agli Israeliti.
Lv 18,21+
4 Sacrificava e bruciava incenso sulle alture, sui colli e sotto ogni albero verde.  

L'invasione

5 Ma il Signore suo Dio lo mise nelle mani del re degli Aramei, i quali lo vinsero e gli presero un gran numero di prigionieri, che condussero in Damasco.
Fu consegnato anche nelle mani del re di Israele, che gli aveva inflitto una grande sconfitta.
2 Re 16
Is 7,9
6 Pekach, figlio di Romelia, in un giorno uccise centomila uomini in Giuda, tutti uomini valorosi, perché avevano abbandonato il Signore Dio dei loro padri.  
7 Zicri, un eroe di Efraim, uccise Maaseia figlio del re e Azrikam maggiordomo, ed Elkana luogotenente del re.  
8 Gli Israeliti condussero in prigionia, bottino preso ai propri fratelli, duecentomila persone fra donne, figli e figlie; essi raccolsero anche una preda abbondante che portarono in Samaria.  

Gli Israeliti ascoltano il profeta Oded

9 C'era là un profeta del Signore, di nome Oded.
Costui uscì incontro all'esercito che giungeva in Samaria e disse: « Ecco, a causa dello sdegno contro Giuda, il Signore, Dio dei vostri padri, li ha messi nelle vostre mani; ma voi li avete massacrati con un furore tale che è giunto fino al cielo.
 
10 Ora voi dite di soggiogare, come vostri schiavi e schiave, gli abitanti di Giuda e di Gerusalemme.
Ma non siete anche voi colpevoli nei confronti del Signore vostro Dio?
 
11 Ora ascoltatemi e rimandate i prigionieri, che avete catturati in mezzo ai vostri fratelli, perché altrimenti l'ira ardente del Signore ricadrà su di voi ».  
12 Alcuni capi tra gli efraimiti, cioè Azaria figlio di Giovanni, Berechia figlio di Mesillemòt, Ezechia figlio di Sallùm, e Amasa figlio di Caldài si alzarono contro quanti tornavano dalla guerra,  
13 dicendo loro: « Non portate qui i prigionieri, perché su di noi pesa già una colpa nei riguardi del Signore.
Voi intendete aumentare il numero dei nostri peccati e delle nostre colpe, mentre la nostra colpa è già grande e su Israele incombe un'ira ardente ».
 
14 I soldati allora rilasciarono i prigionieri e la preda davanti ai capi e a tutta l'assemblea.  
15 Alcuni uomini, designati per nome, si misero a rifocillare i prigionieri; quanti erano nudi li rivestirono e li calzarono con capi di vestiario presi dal bottino; diedero loro da mangiare a da bere, li medicarono con unzioni; quindi, trasportarono su asini gli inibiti a marciare, li condussero in Gèrico, città delle palme, presso i loro fratelli. Poi tornarono in Samaria.
Lc 10,29-37

Peccati e morte di Acaz

16 In quel tempo il re Acaz mandò a chiedere aiuto al re di Assiria.
2 Re 16,7
Is 7-8
17 Gli Idumei erano venuti ancora una volta e avevano sconfitto Giuda e fatto prigionieri.  
18 Anche i Filistei si erano sparsi per le città della Sefela e del Negheb di Giuda, occupando Bet-Sèmes, Aialon, Ghederot, Soco con le dipendenze, Timna con le dipendenze e Ghimzo con le dipendenze, vi si erano insediati.  
19 Poiché il Signore aveva umiliato Giuda a causa di Acaz re di Giuda, che aveva fomentato l'immoralità in Giuda ed era stato infedele al Signore.  
20 Anche Tiglat-Pilèzer, re d'Assiria, venne contro di lui e lo oppresse anziché aiutarlo.  
21 Acaz spogliò il tempio, il palazzo del re e dei principi e consegnò tutto all'Assiria, ma non ne ricevette alcun aiuto.
2 Re 16,8
22 Anche quando si trovava alle strette, questo re Acaz continuava a essere infedele al Signore.
2 Re 16,12-13
23 Sacrificò agli dèi di Damasco, che lo avevano sconfitto, dicendo: « Poiché gli dèi dei re di Aram aiutano i loro fedeli, io sacrificherò loro ed essi mi aiuteranno ».
In realtà, essi provocarono la sua caduta e quella di tutto Israele.
Is 10,20
24 Acaz radunò gli arredi del tempio e li fece a pezzi; chiuse le porte del tempio, mentre eresse altari in tutti i crocicchi di Gerusalemme.
2 Re 16,17
25 In tutte le città di Giuda eresse alture per bruciare incenso ad altri dèi, provocando così lo sdegno del Signore Dio dei suoi padri.  
26 Le altre gesta di lui e tutte le sue azioni, le prime come le ultime, ecco, sono descritte nel libro dei re di Giuda e di Israele.
2 Re 16,19-20
27 Acaz si addormentò con i suoi padri e lo seppellirono in città, in Gerusalemme, ma non lo collocarono nei sepolcri dei re di Israele. Al suo posto divenne re suo figlio Ezechia.  
Indice

Abbreviazioni
28,1-4 Acaz re
28,3 valle di Ben-Hinnon: è la Geenna, valle a sud di Gerusalemme e luogo di culto di Moloch ( cf. Lv 18,21; 2 Re 23,10; Ger 7,31; Ger 19,6; Ger 32,25 ).
28,5-27 Sconfitte del re Acaz
Questo racconto della guerra siro-efraimita è fatto da un punto di vista assai differente da quello delle altre fonti giudee ( 2 Re 16 e Is 7-8 ).
Il cronista sembra abbia avuto a disposizione una fonte efraimita.
28,9 Malgrado la sua animosità contro il regno del nord, il cronista ha accettato questa tradizione, assente in 2 Re, sull'intervento di un profeta di Samaria fedele rappresentante di Jahve, il quale chiama gli abitanti di Giuda suoi « fratelli » e convince i capi d'Israele a liberare i prigionieri.
Una tale ampiezza di vedute è unica nel libro e annunzia in certo senso la parabola del buon samaritano.
28,16 Secondo la fonte del cronista, Acaz era minacciato non solo dagli aramei e dagli israeliti, come in 2 Re 16,7, ma anche dagli idumei e dai filistei.
Gli annali assiri testimoniano effettivamente una campagna di Tiglat-Pilèzer contro i filistei.
Il prezzo di questo aiuto fu un pesante tributo e la riduzione in vassallaggio.
Il cronista interpreta questi fatti come una punizione.
28,19 re di Giuda; con i LXX, BJ traduce con il TM: « re d'Israele » ( cf. 2 Cr 21,2 ).
28,20 Tiglat-Pilèser III: detto anche Pul, re assiro negli anni 745-727.
Ciò non trova conferma nei testi assiri né in 2 Re.
Forse il cronista ha attribuito al regno di Acaz quanto accadde sotto Ezechia ( 2 Cr 32 ).
28,25 Dopo il v 22, il cronista rielabora 2 Re, sviluppando solo un dato che ha un significato religioso: il servilismo di Acaz nei riguardi delle divinità straniere vittoriose.