Rut  

Capitolo 4

CEI 2008 - Audio Interconfessionale

Booz sposa Rut

1 Intanto Booz venne alla porta della città e vi sedette.
Ed ecco passare colui che aveva il diritto di riscatto e del quale Booz aveva parlato.
Booz gli disse: « Tu, quel tale, vieni e siediti qui! ».
Quello si avvicinò e sedette.
2 Poi Booz scelse dieci uomini fra gli anziani della città e disse loro: « Sedete qui ».
Quelli sedettero.
3 Allora Booz disse a colui che aveva il diritto di riscatto: « Il campo che apparteneva al nostro fratello Elimèlech, lo mette in vendita Noemi, che è tornata dalla campagna di Moab.
4 Ho pensato bene di informartene e dirti: Fanne acquisto alla presenza delle persone qui sedute e alla presenza degli anziani del mio popolo.
Se vuoi acquistarlo con il diritto di riscatto, acquistalo, ma se non vuoi acquistarlo, dichiaramelo, che io lo sappia; perché nessuno fuori di te ha il diritto di riscatto e dopo di te vengo io ».
Quegli rispose: « Io intendo acquistarlo ».
Lv 25,25
5 Allora Booz disse: « Quando acquisterai il campo dalla mano di Noemi, nell'atto stesso tu acquisterai anche Rut, la Moabita, moglie del defunto, per assicurare il nome del defunto sulla sua eredità ».
Dt 25,5-10
6 Colui che aveva il diritto di riscatto rispose: « Io non posso acquistare con il diritto di riscatto, altrimenti danneggerei la mia propria eredità; subentra tu nel mio diritto, perché io non posso valermene ».
7 Una volta in Israele esisteva questa usanza relativa al diritto del riscatto o della permuta, per convalidare ogni atto: uno si toglieva il sandalo e lo dava all'altro; era questo il modo di attestare in Israele.
Dt 25,9-10
Sal 60,10
8 Così chi aveva il diritto di riscatto disse a Booz: « Acquista tu il mio diritto di riscatto »; si tolse il sandalo e glielo diede.
Sal 108,10
9 Allora Booz disse agli anziani e a tutto il popolo: « Voi siete oggi testimoni che io ho acquistato dalle mani di Noemi quanto apparteneva a Elimèlech, a Chilion e a Maclon,
10 e che ho anche preso in moglie Rut, la Moabita, già moglie di Maclon, per assicurare il nome del defunto sulla sua eredità e perché il nome del defunto non scompaia tra i suoi fratelli e alla porta della sua città.
Voi ne siete oggi testimoni ».
11 Tutto il popolo che si trovava alla porta rispose: « Ne siamo testimoni ».
Gli anziani aggiunsero: « Il Signore renda la donna, che entra in casa tua, come Rachele e Lia, le due donne che fondarono la casa d'Israele.
Procurati ricchezze in Efrata, fatti un nome in Betlemme!
Gen 35,23-26
Gen 35,19-20
12 La tua casa sia come la casa di Perez, che Tamar partorì a Giuda, grazie alla posterità che il Signore ti darà da questa giovane! ».
Gen 38
1 Cr 2,5.9-12.19-50s
13 Così Booz prese Rut, che divenne sua moglie.
Egli si unì a lei e il Signore le accordò di concepire: essa partorì un figlio.
14 E le donne dicevano a Noemi: « Benedetto il Signore, il quale oggi non ti ha fatto mancare un riscattatore perché il nome del defunto si perpetuasse in Israele!
Lc 1,58
15 Egli sarà il tuo consolatore e il sostegno della tua vecchiaia; perché lo ha partorito tua nuora che ti ama e che vale per te più di sette figli ».
16 Noemi prese il bambino e se lo pose in grembo e gli fu nutrice.
1 Sam 1,8
17 E le vicine dissero: « È nato un figlio a Noemi! ».
Essa lo chiamò Obed: egli fu il padre di Iesse, padre di Davide.
Gen 30,3

Genealogia di Davide

18 Questa è la discendenza di Perez: Perez generò Chezron; Chezron generò Ram;
1 Cr 2,5-15
Mt 1,3-6
Lc 3,31-33
19 Ram generò Amminadab;
20 Amminadab generò Nacson; Nacson generò Salmon;
21 Salmon generò Booz; Booz generò Obed;
22 Obed generò Iesse e Iesse generò Davide.
Indice  

Abbreviazioni
4,1-22 Il riscatto e le nozze
4,1-12 La rinuncia del riscattatore
4,1 porta della città: il luogo dove venivano discussi gli affari e si amministrava la giustizia.
4,3 Il matrimonio di Booz con Rut è secondo la legge?
4,6 Colui … valermene: all'acquisto della terra, dovere del go'el cui il parente più prossimo aveva dato il consenso, Booz unisce il matrimonio con Rut secondo la legge del levirato.
In tal modo, l'erede che nascerà sarà anche erede legale di Maclon e di Elimèlech,
e la terra ritornerà a lui.
Perciò il primo go'el teme di perderci e rinunzia alle sue prerogative in favore di Booz.
4,7 Il sandalo, col quale si calpesta la terra, è simbolo di possesso ( vedi Sal 60,10 ).
Il gesto di togliersi il sandalo sanziona qui la rinuncia del riscattatore al diritto di proprietà sulla terra di Noemi.
4,8 Così … diede: il costume riportato in Dt 25,9-10 ha un senso diverso: è la donna stessa che sottolinea il suo disprezzo verso l'uomo troppo vile, che non vuole sposarla in nome di suo fratello defunto.
Qui, il gesto sanziona soltanto un contratto di acquisto.
Mettere il piede in un campo o gettarvici il proprio sandalo, equivale a prenderne possesso ( Sal 60,10; Sal 108,10 ).
La calzatura diventa così il simbolo del diritto di proprietà.
Ritirandolo o consegnandolo al compratore, il proprietario gli trasmette questo diritto.
4,11 Rachele e Lia: erano venerate come madri del popolo ebraico; gli anziani introducono a pieno titolo Rut nella casa d'Israele.
4,12 Perez: antenato di Booz, è il figlio che Giuda ebbe da Tamar; la loro vicenda, legata anch'essa alla pratica del levirato, presenta analogie con quella di Rut e Booz
( Gen 38 ).
4,13-17 Le nozze di Booz e Rut
4,15 egli sarà: il « figlio » del v 13.
4,16 Noemi … in grembo: è il rito dell'adozione ( cf. Gen 48,5 ) anche presso altri popoli del vicino Oriente antico.
4,17 Obed: « il servo » ( sottinteso: di Jahve ).
- L'affetto riverente di Rut e di Booz contribuisce a costituire anche Noemi antenata di Davide.
4,18-22 Genealogia di Davide
Il libro termina con una breve genealogia, che costituisce un documento a sé, il cui contenuto si ritrova anche in 1 Cr 2,5-15 in un quadro genealogico più ampio.
Lo scopo evidente è quello di specificare il legame che unisce Davide alle tradizioni patriarcali.
Il vangelo di Matteo ( Mt 1,3-6 ) accoglie questa genealogia e inserisce anche Rut tra gli antenati di Gesù.
4,18 discendenza: questa seconda genealogia non può essere dell'autore di Rut: contro l'intento di tutto il racconto, Booz è designato come padre di Obed, il nome di Elimèlech sparisce, l'abnegazione di Rut non ha più lo stesso signifidato; la legge del levirato e la pietà filiale che essa implica vengono persi di vista.
Ma emerge un altro insegnamento, universalistico: Rut la straniera, come sarà sottolineato dal vangelo, è un'antenata di Davide e, attraverso lui, del Cristo.