Dei verbum

L'ispirazione divina e l'interpretazione della sacra scrittura

13 La « condiscendenza » della Sapienza divina

Nella sacra Scrittura dunque, restando sempre intatta la verità e la santità di Dio, si manifesta l'ammirabile condiscendenza della eterna Sapienza, « affinché possiamo apprendere l'ineffabile benignità di Dio e a qual punto egli, sollecito e provvido nei riguardi della nostra natura, abbia adattato il suo parlare ».11

Le parole di Dio infatti, espresse con lingue umane, si sono fatte simili al parlare dell'uomo, come già il Verbo dell'eterno Padre, avendo assunto le debolezze dell'umana natura, si fece simile all'uomo.

Indice

11 S. Giovanni Crisostomo, In Gen 3,8 ( hom. 17, 1 ): PG 53, 134.
« Contemperato » in greco synkatabasis