Dei verbum

Il vecchio testamento

14 La storia della salvezza nei libri del Vecchio Testamento

Iddio, progettando e preparando nella sollecitudine del suo grande amore la salvezza del genere umano, si scelse con singolare disegno un popolo al quale affidare le promesse.

Infatti, mediante l'alleanza stretta con Abramo ( Gen 15,18 ), e per mezzo di Mosè col popolo d'Israele ( Es 24,8 ), egli si rivelò, in parole e in atti, al popolo che così s'era acquistato come l'unico Dio vivo e vero, in modo tale che Israele sperimentasse quale fosse il piano di Dio con gli uomini e, parlando Dio stesso per bocca dei profeti, lo comprendesse con sempre maggiore profondità e chiarezza e lo facesse conoscere con maggiore ampiezza alle genti ( Sal 22,28-29; Sal 95,1-3; Is 2,1-4; Ger 3,17 ).

L'economia della salvezza preannunziata, narrata e spiegata dai sacri autori, si trova in qualità di vera parola di Dio nei libri del Vecchio Testamento; perciò questi libri divinamente ispirati conservano valore perenne: « Quanto fu scritto, lo è stato per nostro ammaestramento, affinché mediante quella pazienza e quel conforto che vengono dalle Scritture possiamo ottenere la speranza » ( Rm 15,4 ).

Indice