Isaia

Capitolo 19

CEI 2008 - Audio Interconfessionale

Contro l'Egitto

1 Oracolo sull'Egitto.
Ecco, il Signore cavalca una nube leggera ed entra in Egitto.
Crollano gli idoli d'Egitto davanti a lui e agli Egiziani viene meno il cuore nel petto.
Ger 46
Ez 29-32
Sal 68,5+
2 Aizzerò gli Egiziani contro gli Egiziani: combatterà fratello contro fratello, uomo contro uomo, città contro città, regno contro regno.
3 Gli Egiziani perderanno il senno e io distruggerò il loro consiglio; per questo ricorreranno agli idoli e ai maghi, ai negromanti e agli indovini.
4 Ma io metterò gli Egiziani in mano a un duro padrone, un re crudele li dominerà.
Oracolo del Signore, Dio degli eserciti.
5 Si prosciugheranno le acque del mare, il fiume si inaridirà e seccherà.
6 I suoi canali diventeranno putridi, diminuiranno e seccheranno i torrenti dell'Egitto, canne e giunchi ingialliranno.
7 I giunchi sulle rive e alla foce del Nilo e tutti i seminati del Nilo seccheranno, saranno dispersi dal vento, non saranno più.
8 I pescatori si lamenteranno, gemeranno quanti gettano l'amo nel Nilo, quanti stendono le reti sull'acqua saranno desolati.
9 Saranno delusi i lavoratori del lino, le cardatrici e i tessitori impallidiranno;
10 i tessitori saranno avviliti, tutti i salariati saranno costernati.
11 Quanto sono stolti i principi di Tanis! I più saggi consiglieri del faraone sono uno stupido consiglio.
Come osate dire al faraone: « Sono figlio di saggi, figlio di re antichi »?
12 Dove sono, dunque, i tuoi saggi?
Ti rivelino e manifestino quanto ha deciso il Signore degli eserciti a proposito dell'Egitto.
13 Stolti sono i principi di Tanis; si ingannano i principi di Menfi.
Hanno fatto traviare l'Egitto i capi delle sue tribù.
14 Il Signore ha mandato in mezzo a loro uno spirito di smarrimento; essi fanno smarrire l'Egitto in ogni impresa, come barcolla un ubriaco nel vomito.
Is 29,10
1 Re 22,19-23
1 Sam 16,14+
15 Non riuscirà all'Egitto qualunque opera faccia: il capo o la coda, la palma o il giunco.
Is 9,13

Conversione dell'Egitto

16 In quel giorno gli Egiziani diventeranno come femmine, tremeranno e temeranno all'agitarsi della mano che il Signore degli eserciti agiterà contro di loro.
Na 3,13
Ger 51,30
17 Il paese di Giuda sarà il terrore degli Egiziani; quando se ne parlerà, ne avranno spavento, a causa del proposito che il Signore degli eserciti ha formulato sopra di esso.
18 In quel giorno ci saranno cinque città nell'Egitto che parleranno la lingua di Canaan e giureranno per il Signore degli eserciti; una di esse si chiamerà Città del sole.
19 In quel giorno ci sarà un altare dedicato al Signore in mezzo al paese d'Egitto e una stele in onore del Signore presso la sua frontiera:
20 sarà un segno e una testimonianza per il Signore degli eserciti nel paese d'Egitto.
Quando, di fronte agli avversari, invocheranno il Signore, allora egli manderà loro un salvatore che li difenderà e li libererà.
21 Il Signore si rivelerà agli Egiziani e gli Egiziani riconosceranno in quel giorno il Signore, lo serviranno con sacrifici e offerte, faranno voti al Signore e li adempiranno.
22 Il Signore percuoterà ancora gli Egiziani ma, una volta colpiti, li risanerà.
Essi faranno ritorno al Signore ed egli si placherà e li risanerà.
23 In quel giorno ci sarà una strada dall'Egitto verso l'Assiria; l'Assiro andrà in Egitto e l'Egiziano in Assiria; gli Egiziani serviranno il Signore insieme con gli Assiri.
24 In quel giorno Israele sarà il terzo con l'Egitto e l'Assiria, una benedizione in mezzo alla terra.
25 Li benedirà il Signore degli eserciti: « Benedetto sia l'Egiziano mio popolo, l'Assiro opera delle mie mani e Israele mia eredità ».
Indice

Abbreviazioni
19,1-15 Condanna dell'Egitto
19,1 Oracolo sull'Egitto: Isaia è contrario a ogni alleanza con l'Egitto
( cf. Is 30,1s; Is 31,1s ); lo descrive qui come lacerato dall'anarchia che può condurre a una dittatura o a un dominio straniero ( v 4 ).
Non si può attendere nulla da esso.
19,4 un duro padrone: si allude forse a un re assiro.
Già all'epoca di Isaia il re assiro Sargon aveva duramente sconfitto gli Egiziani;
gli Assiri invasero poi l'Egitto nel 671.
19,5-10 Nei vv 5-10, il profeta annunzia una nuova « piaga d'Egitto »:
il prosciugamento del Nilo che costituisce la ricchezza del paese.
19,11 Tanis: ebraico ço`an, città del Delta, sorgeva nella parte orientale del delta del Nilo.
19,13 Menfi: ebraico nof, capitale del basso Egitto, sulla riva occidentale del Nilo,
a sud dell'attuale città del Cairo.
19,16-25 Futura conversione degli Egiziani
Sembra che questo testo sia molto posteriore a Isaia:
forse fu composto nel III sec. a.C.
19,16-24 Questo brano in prosa è tardivo; suppone una installazione ebraica in Egitto ( vv 18-19; cf. Ger 44,1 ).
Annunzia una conversione del l'Egitto e la sua riconciliazione con Assur e Israele;
i tre popoli saranno benedetti da Jahve;
e l'Egitto e Assur avranno gli stessi privilegi di Israele.
Questo largo universalismo non si ritrova prima del Deutero-Isaia.
19,18-22 ci saranno cinque città: si allude alla presenza di comunità giudaiche in Egitto,
di cui si ha notizia a partire dal V sec.
19,18 Città del sole: potrebbe essere un nome simbolico, oppure un riferimento alla città egiziana di Eliòpoli.