Michea

Capitolo 6

CEI 2008 - Audio Interconfessionale

III. Nuovo processo di Israele

Rimproveri e minacce

Il Signore fa il processo del suo popolo

1 Ascoltate dunque ciò che dice il Signore: « Su, fa' lite con i monti e i colli ascoltino la tua voce!
Is 3,13-15
Is 5,3-4
Os 4,1-5
2 Ascoltate, o monti, il processo del Signore e porgete l'orecchio, o perenni fondamenta della terra, perché il Signore è in lite con il suo popolo, intenta causa con Israele.
3 Popolo mio, che cosa ti ho fatto? In che cosa ti ho stancato? Rispondimi.
4 Forse perché ti ho fatto uscire dall'Egitto, ti ho riscattato dalla casa di schiavitù e ho mandato davanti a te Mosè, Aronne e Maria?
Dt 5,6
Dt 7,8
1 Sam 12,6
5 Popolo mio, ricorda le trame di Balàk re di Moab, e quello che gli rispose Bàlaam, figlio di Beor.
Ricordati di quello che è avvenuto da Sittìm a Gàlgala, per riconoscere i benefici del Signore ».
Nm 22-24
6 Con che cosa mi presenterò al Signore, mi prostrerò al Dio altissimo?
Mi presenterò a lui con olocausti, con vitelli di un anno?
7 Gradirà il Signore le migliaia di montoni e torrenti di olio a miriadi?
Gli offrirò forse il mio primogenito per la mia colpa, il frutto delle mie viscere per il mio peccato?
Lv 18,21+
8 Uomo, ti è stato insegnato ciò che è buono e ciò che richiede il Signore da te: praticare la giustizia, amare la pietà, camminare umilmente con il tuo Dio.
Am 5,21.24+
Os 2,21+
Is 7,9
Is 30,15

Contro i defraudatori nella città

9 La voce del Signore grida alla città! Ascoltate tribù e convenuti della città:
10 Ci sono ancora nella casa dell'empio i tesori ingiustamente acquistati e le misure scarse, detestabili?
Am 8,5+
11 Potrò io giustificare le false bilance e il sacchetto di pesi falsi?
12 I ricchi della città sono pieni di violenza e i suoi abitanti dicono menzogna.
13 Anch'io ho cominciato a colpirti, a devastarti per i tuoi peccati.
14 Mangerai, ma non ti sazierai, e la tua fame rimarrà in te; metterai da parte, ma nulla salverai e se qualcuno salverai io lo consegnerò alla spada.
Os 4,10
15 Seminerai, ma non mieterai, frangerai le olive, ma non ti ungerai d'olio; produrrai mosto, ma non berrai il vino.
Dt 28,30-33+
Am 5,11

L'esempio di Samaria

16 Tu osservi gli statuti di Omri e tutte le pratiche della casa di Acab, e segui i loro propositi, perciò io farò di te una desolazione, i tuoi abitanti oggetto di scherno e subirai l'obbrobrio dei popoli.
Indice

Abbreviazioni
6,1-7,7 Denuncia dell'ingiustizia e della corruzione generale
6,1-8 Arringa contro il popolo
L'oracolo segue il genere letterario della lite processuale.
Alla requisitoria del Signore che ricorda i suoi benefici ( vv 3-5 ), fanno seguito un'interrogazione del fedele pentito sulle esigenze del suo Dio ( vv 6-7 )
e una risposta del profeta ( v 8 ).
6,1 monti … colli: i monti, luoghi per eccellenza degli incontri di Dio con il suo popolo ( Sinai, Nebo, Ebal e Garizim, 'Sion, Carmelo, ecc. ) e testimoni immutabili, sono spesso personificati ( Gen 49,26; 2 Sam 1,21; Ez 35-36; Sal 68,16-17, ecc. ).
6,2 e porgete l'orecchio: weha'azînû, conget.;
il TM legge weha'etanîm, « e voi perenni ».
6,3-4 Assonanza tra ti ho stancato, hele'etîka ( v 3 ),e ti ho fatto uscire, he'elitîka.
- Al popolo che si lamenta d'essere abbandonato da Dio,
il Signore vuol ricordare i suoi benefici passati.
Tale testo è stato ripreso negli « improperi » del venerdì santo.
6,5 ricorda le trame di Balak: accenna a quanto narrato in Nm 22-24.
Ricordati di quello che è avvenuto: manca nell'ebraico. BJ omette.
Si tratta del passaggio del Giordano.
- per riconoscere: alla lettera « a causa della conoscenza », del TM;
le versioni hanno: « tu conosca ».
- I benefici del Signore sono i grandi avvenimenti della storia santa,
con i quali il Signore ha mantenuto i suoi impegni d'alleato.
Siccome l'alleanza stessa viene dall'iniziativa divina,
questa « giustizia » è pura grazia.
6,6-8 Perché alcuni profeti parlarono contro i sacrifici?
6,7 Gli offrirò forse il mio primogenito: allusione ai sacrifici umani ( 2 Re 16,3;
2 Re 21,6; Ger 7,31 ).
Al lamento del Signore con il suo popolo risponde il fedele;
ciò mette bene in risalto l'aspetto personale della religione per il profeta.
Il fedele propone sacrifici più o meno legittimi; il profeta li rifiuta ( v 8 ),
e li sostituisce con una religione spirituale, attenta alle esigenze che già sono state insegnate all'uomo: la giustizia ( Amos ), la bontà ( Osea ),
l'umiltà davanti a Dio ( Isaia ).
6,8 ti è stato insegnato: con i LXX; il TM legge: « ti ha insegnato »;
sir. e volg. traducono: « ti insegnerò ».
6,9-16 Contro l'avarizia e la disonestà
alla città: l'ebraico aggiunge tre parole incomprensibli;
alla lettera: « e successo vedrà il tuo nome » (?).
- convenuti della città: con i LXX e Targum;
il TM legge: « e chi l'ha determinato » (?).
6,10 Ci sono ancora nella casa dell'empio i tesori ingiustamente acquistati?:
ha'ish bêt raspa` oçerôt resha` con il TM;
BJ congettura ha'eshshah bat raspa`, « posso io sopportare una misura falsa? ».
6,11 giustificare oppure, con BJ e volg., « ritenere come puro »;
il TM legge: « sarei io puro ».
6,12 Parecchi autori spostano questo v alla fine del v 9, per assicurare una migliore continuazione del testo.
- La fine del v sembra essere una glossa ricavata da Sal 120,2-3.
6,13 ho cominciato: con le versioni; il TM legge: « mi sono ammalato ».
6,14 sazierai: l'ebraico aggiunge qui due parole, di cui la prima è sconosciuta:
« e la fame ( o: e la tua sporcizia ) sarà nel tuo seno ».
6,16 Omri e Acab: nomi di due re che avevano governato il regno d'Israele nel IX sec.
Secondo le narrazioni bibliche, essi avevano favorito l'idolatria,
e a questo sembra alludere il profeta.
Tu osservi: con le versioni; il TM legge: « egli si guarda ».
- e segui: conget.; il TM ha il plurale.
- i tuoi ( abitanti ): conget.; il TM ha: « i suoi … ».
- dei popoli: con i LXX; il TM ha: « del mio popolo ».
- Le « pratiche » e i « princìpi » che il profeta denunzia sono forse il culto di Baal, ma più probabilmente il lusso dei grandi e l'ingiustizia sociale.