Salmi

Capitolo 142 ( 141 )

CEI 2008 - Audio Interconfessionale

Indice

Preghiera di un perseguitato

1 Maskil. Di Davide, quando era nella caverna. Preghiera.
Sal 57,1
2 Con la mia voce al Signore grido aiuto,
con la mia voce supplico il Signore;
3 davanti a lui effondo il mio lamento,
al tuo cospetto sfogo la mia angoscia.
4 Mentre il mio spirito vien meno,
tu conosci la mia via.
Nel sentiero dove cammino
mi hanno teso un laccio.
Sal 139,24
Sal 141,9
5 Guarda a destra e vedi:
nessuno mi riconosce.
Non c'è per me via di scampo,
nessuno ha cura della mia vita.
Sal 121,5
6 Io grido a te, Signore;
dico: Sei tu il mio rifugio,
sei tu la mia sorte nella terra dei viventi.
Sal 91,2.9
Sal 16,5
7 Ascolta la mia supplica:
ho toccato il fondo dell'angoscia.
Salvami dai miei persecutori
perché sono di me più forti.
Sal 79,8
8 Strappa dal carcere la mia vita,
perché io renda grazie al tuo nome:
i giusti mi faranno corona
quando mi concederai la tua grazia.
Sal 88,9
Lam 3,7
Indice

Abbreviazioni
142,1 Caduto nella rete preparata dai suoi nemici e privo ormai di ogni aiuto, all'orante non rimane che tendere fiducioso le mani e le braccia a Dio, il solo che può accorrere in sua difesa.
Quando era nella caverna: allusione a quanto è narrato in 1 Sam 24 ( Sal 57,1 ).
142 Lamento individuale che sarà applicato al Cristo sofferente.
142,5 a destra: la destra è il posto del difensore ( cf. Sal 109,31; Is 63,12 ).
142,6 terra dei viventi: l'ambito in cui si svolge la vita presente, in contrapposizione alla dimora dei morti ( gli inferi ) ( cf. Sal 27,13; Sal 52,7;
confrontare Sal 16,5; Sal 46,2; Sal 91,2 ).
142,8 faranno corona: LXX e sir. traducono: « i giusti sperano ».
- Tutti gli amici di Dio sono solidali, si associano al ringraziamento del fedele salvato da Dio ( cf. Sal 64,11; Sal 107,42 ).