La Chiesa

C 78

Maria, piena di grazia

Rif.


  Nel racconto dell'annunciazione, l'appellativo « piena di grazia » sostituisce il nome di Maria.  
  Dio impone dunque a Maria un nome nuovo.
F 18
  La grazia di cui si tratta non è tanto la grazia santificante o la grazia attuale di cui si parla in teologia, ma acquista piuttosto il significato della parola ebraica hẽn, che indica il favore e la compiacenza di Dio.
E 17
  Il nome « Piena di grazia » si oppone agli antichi nomi della sposa infedele di Jahvè,
C 32
  cioè del popolo di Dio, e realizza, prolungandosi nella stessa linea, i nomi profetici che Dio aveva dato alla figlia di Sion.  

Testi

Rilievi

Rif.


Os 1,6-9
« Non-amata » ( Lõ’-ruhãmâ ), « Non-mio-popolo » ( Lõ’-‘ammî ): nomi simbolici che Jahvè aveva imposto a due figli di Osea.  

Is 52,2
« Figlia primogenita ».  

Ger 30,17
Ger 31,22
« La Ripudiata », « La Ribelle ».  

Os 2,21-25
Dio amerà di nuovo « Non-amata » e dirà « Non-mio-popolo »: « Tu sei il mio popolo ».  

Is 1,26
Is 60,14-18
« Città della giustizia », « Città fedele ».  
« Città di Jahvè », « Dion del Santo di Israele », « Salvezza », « Gloria ».  

Is 62,4.11-12
L'annuncio è fatto alla figlia di Sion; il Salvatore verrà verso di lei e la sua venuta inaugurerà il nome nuovo: « Ricercata », « Città-non-abbandonata », « Mia-compiacenza », « Terra-sposata ».  

Bar 5,1-4
Gerusalemme rivestirà per sempre la bellezza della gloria di Dio e la tunica della giustizia di Dio; la chiameranno: « Pace-della-giustizia » e « Gloria-della-pietà ».  

Lc 1,28
Maria è colmata del favore di Dio; ricevendo Cristo, essa realizza i nomi profetici della nuova Gerusalemme.  

Rut 2,2.10.13
Est 2,9.15.17
Ct 8,10
Sir 7,19
Sir 26,13-15
La grazia di Maria è dunque la sua bellezza esteriore e interiore, dono di Dio, che le merita di essere la sposa di Dio.  
La parola è di uso corrente per esprimere l'amore degli sposi.
C 32
E 17

Indice