Salmi

Capitolo 29 ( 28 )

CEI 2008 - Audio Interconfessionale

Indice

Inno al Signore della bufera

1 Salmo. Di Davide.
Date al Signore, figli di Dio,
date al Signore gloria e potenza.
Sal 18,14
Sal 68,9
Sal 77,17-19
Sal 97,2-6
Sal 144,5-6
Es 19,16+
Ab 3
Sal 96,7-9
2 Date al Signore la gloria del suo nome,
prostratevi al Signore in santi ornamenti.
3 Il Signore tuona sulle acque,
il Dio della gloria scatena il tuono,
il Signore, sull'immensità delle acque.
Sal 77,17
Sal 104,7
Is 30,30
Ez 10,5
Gb 37,4-5
4 Il Signore tuona con forza,
tuona il Signore con potenza.
5 Il tuono del Signore schianta i cedri,
il Signore schianta i cedri del Libano.
6 Fa balzare come un vitello il Libano
e il Sirion come un giovane bufalo.
Sal 114,4
7 Il tuono saetta fiamme di fuoco,
Ab 3,11
8 il tuono scuote la steppa,
il Signore scuote il deserto di Kades.
9 Il tuono fa partorire le cerve
e spoglia le foreste.
Nel suo tempio tutti dicono: « Gloria! ».
10 Il Signore è assiso sulla tempesta,
il Signore siede re per sempre.
Gen 6-9
Is 54,9
11 Il Signore darà forza al suo popolo,
benedirà il suo popolo con la pace.
Dn 7,27
Indice

Abbreviazioni
29,1 Questo inno, da molti ritenuto la più antica composizione del Salterio, applica al Dio d'Israele l'insieme dei simboli e delle rappresentazioni con cui l'antico mondo pagano di Canaan celebrava il dio Baal ( "il signore" ), venerato come dio della tempesta e della fecondità ( la pioggia ne era il segno visibile ).
29 La bufera ( cf. Es 13,22+ e Es 19,16+ ) evoca la potenza e la gloria divine che abbattono i nemici di Israele e assicurano al popolo di Dio la pace.
29,1 figli di Dio: alla lettera « figli degli dèi » ( cf. Sal 82,1; Sal 89,7; Gb 1,6+ ), identificati agli angeli che formano la corte divina.
Il passo è talvolta applicato a Israele, « figlio di Dio » ( Es 4,22; Dt 14,1; Os 11,1).
- LXX e volg. hanno poi la variante: « portate al Signore arieti ».
29,2 santi ornamenti: secondo Sal 13,1 « atrio di santità »; secondo LXX e sir. « nel suo atrio di santità »; si tratterebbe allora del cielo, modello invisibile del tempio di Gerusalemme ( Sal 11,4; Sal 78,69 ).
29,3-9 La voce del Signore: il tuono, che appare come la voce di Dio in diversi passi dell'AT ( 1 Sam 7,10; Gb 37,1-5; Sal 18,14 ).
29,5 Il Libano, regione montuosa confinante con il nord di Canaan, era famoso per gli alti cedri delle sue montagne.
29,6 Sirion: era il nome con cui gli abitanti di Sidone indicavano il monte Ermon, situato nel Libano meridionale ( Dt 3,9 ).
29,7 Dio si taglia frecce per trafiggere i suoi nemici ( cf. Sal 18,15; Dt 32,23.42; Ab 3,11; Zc 9,14 ).
29,8 Kades: potrebbe essere una regione del deserto a sud della terra di Canaan, o più probabilmente una regione disabitata a oriente del Libano.
29,9a Il tuono fa partorire le cerve: secondo il TM, `ajjalôt BJ con gettura: « scuote i terebinti », 'êlôt.
I grandi alberi, qui e nel v 5, possono essere il simbolo dei nemici orgogliosi di Dio e del suo popolo ( cf. Is 2,13; Is 10,18.33; Is 32,19; Ger 21,14; Ger 46,23; Ez 21,2; Zc 11,2 ).
29,9c Sia in cielo ( v 2 ), sia nel tempio di Gerusalemme, la cui liturgia fa eco alle lodi celesti, sia infine nella terra santa, consacrata a Jahve ( Sal 114,2 )
e sua casa ( Ger 12,7; Zc 9,8 ).
29,10 Prima manifestazione della giustizia divina.