Numeri

Capitolo 28

CEI 2008 - Audio Interconfessionale

Precisazioni sui sacrifici

1 Il Signore disse a Mosè:
Lv 23
Es 23,14+
2 « Da' quest'ordine agli Israeliti e di' loro: Avrete cura di presentarmi al tempo stabilito l'offerta, l'alimento dei miei sacrifici da consumare con il fuoco, soave profumo per me.

A. Sacrifici quotidiani

3 Dirai loro: Questo è il sacrificio consumato dal fuoco che offrirete al Signore: agnelli dell'anno, senza difetti, due al giorno, come olocausto perenne.
Es 29,18+
Es 29,38-46
Lv 6,2+
Ez 46,13-15
4 Uno degli agnelli lo offrirai la mattina e l'altro agnello lo offrirai al tramonto;
5 come oblazione un decimo di efa di fior di farina, intrisa in un quarto di hin di olio di olive schiacciate.
6 Tale è l'olocausto perenne, offerto presso il monte Sinai: sacrificio consumato dal fuoco, soave profumo per il Signore.
7 La libazione sarà di un quarto di hin per il primo agnello; darai nel santuario la libazione, bevanda inebriante per il Signore.
8 L'altro agnello l'offrirai al tramonto, con una oblazione e una libazione simili a quelle della mattina: è un sacrificio fatto con il fuoco, soave profumo per il Signore.

B. Il sabato

9 Nel giorno di sabato offrirete due agnelli dell'anno, senza difetti; come oblazione due decimi di fior di farina intrisa in olio, con la sua libazione.
Es 23,12
Ez 46,4-5
10 È l'olocausto del sabato, per ogni sabato, oltre l'olocausto perenne e la sua libazione.

C. Il novilunio

11 Al principio dei vostri mesi offrirete come olocausto al Signore due giovenchi, un ariete, sette agnelli dell'anno, senza difetti
Am 8,5
Is 1,13
Ez 46,6-7
12 e tre decimi di fior di farina intrisa in olio, come oblazione per ciascun giovenco; due decimi di fior di farina intrisa in olio, come oblazione per l'ariete,
13 e un decimo di fior di farina intrisa in olio, come oblazione per ogni agnello.
È un olocausto di soave profumo, un sacrificio consumato dal fuoco per il Signore.
14 Le libazioni saranno di un mezzo hin di vino per giovenco, di un terzo di hin per l'ariete e di un quarto di hin per agnello.
Tale è l'olocausto del mese, per tutti i mesi dell'anno.
15 Si offrirà al Signore un capro in sacrificio espiatorio oltre l'olocausto perenne e la sua libazione.

D. Gli azzimi

16 Il primo mese, il quattordici del mese sarà la pasqua del Signore.
Es 12+
Lv 23,5-8
Dt 16,1-8
Ez 45,21-24
17 Il quindici di quel mese sarà giorno di festa.
Per sette giorni si mangerà pane azzimo.
18 Il primo giorno si terrà una sacra adunanza; non farete alcun lavoro servile;
19 offrirete in sacrificio con il fuoco un olocausto al Signore: due giovenchi, un ariete e sette agnelli dell'anno senza difetti;
20 come oblazione, fior di farina intrisa in olio; ne offrirete tre decimi per giovenco e due per l'ariete;
21 ne offrirai un decimo per ciascuno dei sette agnelli
22 e offrirai un capro come sacrificio espiatorio per fare il rito espiatorio per voi.
23 Offrirete questi sacrifici oltre l'olocausto della mattina, che è un olocausto perenne.
24 Li offrirete ogni giorno, per sette giorni; è un alimento sacrificale consumato dal fuoco, soave profumo per il Signore.
Lo si offrirà oltre l'olocausto perenne con la sua libazione.
25 Il settimo giorno terrete una sacra adunanza; non farete alcun lavoro servile.

E. La festa delle Settimane

26 Il giorno delle primizie, quando presenterete al Signore una oblazione nuova, alla vostra festa delle settimane, terrete una sacra adunanza; non farete alcun lavoro servile.
Es 23,14+
Lv 23,15-21
Dt 16,9-12
27 Offrirete, in olocausto di soave profumo al Signore, due giovenchi, un ariete e sette agnelli dell'anno;
28 in oblazione, fior di farina intrisa in olio: tre decimi per ogni giovenco, due decimi per l'ariete
29 e un decimo per ciascuno dei sette agnelli;
30 offrirete un capro per il rito espiatorio per voi.
31 Offrirete questi sacrifici, oltre l'olocausto perpetuo e la sua oblazione.
Sceglierete animali senza difetti e vi aggiungerete le loro libazioni.
Indice

Abbreviazioni
28,1-30,1 Sacrifici e feste
cc 28-29 I cc 28-29 riprendono il ciclo liturgico di Lv 23, ma da un punto di vista molto particolare.
Le disposizioni di Lv 23,13.17-18 ( cf. Ez 45,21-25; Ez 46,11.13-15 ) ricevono una sistemazione nella prospettiva del regolamento del tempio.
28,5 Per efa e hin, vedi nota a Nm 15,4.
28,11 Al principio dei vostri mesi: cioè nel giorno del novilunio, momento di particolare importanza, soprattutto per le culture che utilizzano un calendario lunare, e fra queste Israele.
28,16-25 Per la festa di Pasqua, vedi Es 12; Lv 23,5-8; Dt 16,1-8.
28,26-31 La festa delle primizie ( Lv 23,15-21; Dt 16,9-12 ) corrisponde alla festa delle Settimane ( Es 34,22 ) e della mietitura.
In origine festa agricola, diventerà memoria del dono della legge data al Sinai: è la festa di Pentecoste.
28,30 Con il TM, volg.;
BJ con LXX aggiunge: « in sacrificio per il peccato » che manca nel TM.
28,31 Sceglierete animali senza difetti: con il TM;
BJ om. con LXX ( proviene forse dal v 27 ).