Amos

Capitolo 6

CEI 2008 - Audio Interconfessionale

Contro la falsa sicurezza dei grandi

1 Guai agli spensierati di Sion e a quelli che si considerano sicuri sulla montagna di Samaria! Questi notabili della prima tra le nazioni, ai quali si recano gli Israeliti!
Lc 6,24
Ger 5,12-13
2 Passate a Calnè e guardate, andate di lì ad Amat la grande e scendete a Gat dei Filistei: siete voi forse migliori di quei regni o è più grande il vostro territorio del loro?
3 Voi credete di ritardare il giorno fatale e affrettate il sopravvento della violenza.
4 Essi su letti d'avorio e sdraiati sui loro divani mangiano gli agnelli del gregge e i vitelli cresciuti nella stalla.
Am 3,15
5 Canterellano al suono dell'arpa, si pareggiano a Davide negli strumenti musicali;
1 Cr 23,5
Ne 12,36
6 bevono il vino in larghe coppe e si ungono con gli unguenti più raffinati, ma della rovina di Giuseppe non si preoccupano.
7 Perciò andranno in esilio in testa ai deportati e cesserà l'orgia dei buontemponi.
Ap 18,14

Il castigo sarà terribile

8 Ha giurato il Signore Dio, per se stesso!
Oracolo del Signore, Dio degli eserciti.
Detesto l'orgoglio di Giacobbe, odio i suoi palazzi, consegnerò la città e quanto contiene.
Am 4,2
Is 28,1
9 Se sopravviveranno in una sola casa dieci uomini, anch'essi moriranno.
Am 2,14-16
10 Lo prenderà il suo parente e chi prepara il rogo, portando via le ossa dalla casa, egli dirà a chi è in fondo alla casa: « Ce n'è ancora con te? ».
L'altro risponderà: « No ». Quegli dirà: « Zitto! »: non si deve menzionare il nome del Signore.
Sof 1,7
Ab 2,20
Zc 2,17
11 Poiché ecco: il Signore comanda di fare a pezzi la casa grande e quella piccola di ridurla in frantumi.
12 Corrono forse i cavalli sulle rocce e si ara il mare con i buoi?
Poiché voi cambiate il diritto in veleno e il frutto della giustizia in assenzio.
13 Voi vi compiacete di Lo-debàr dicendo: « Non è per il nostro valore che abbiamo preso Karnàim? ».
Am 5,7
Dt 8,17+
14 Ora ecco, io susciterò contro di voi, gente d'Israele, - oracolo del Signore, Dio degli eserciti - un popolo che vi opprimerà dall'ingresso di Amat fino al torrente dell'Araba.
Indice

Abbreviazioni
6,1-14 Lusso e corruzione portano alla catastrofe
6,1 agli spensierati di Sion: è forse una rilettura giudea ( cf. Am 3,1+; Os 1,7+ ).
- si recano: per rendere loro omaggio, chiedere consiglio e domandare giustizia.
6,2 Calne e Camat: città della Siria; Gat: città filistea.
Queste città erano state già conquistate e saccheggiate dagli Assiri.
Questo v è inteso come un'apostrofe dei notabili di Samaria a quelli che vengono a consultarli: voi siete più potenti di questi regni, non avete nulla da temere.
Ma il testo è incerto ( BJ segue il TM, hatôbîm, riferito alle città suindicate,
« valgono esse meglio … » ).
Correggendo l'ultimo stico, si potrebbe intendere con BC:
« Siete voi forse migliori di quei regni? »; così che il declino di queste città servirebbe da segno per Israele.
Calnè ( cf. Is 10,9 ), a nord di Aleppo, sarà presa dagli assiri nel 738,
Amat sull'Oronte nel 720 e Gat in Filistea nel 711.
6,3 violenza: quella dell'occupazione nemica.
6,5 Canterellano: senso incerto
6,6 la rovina di Giuseppe: la fine imminente del regno d'Israele.
6,8 la città: Samaria o qualsiasi città del regno del nord.
6,10 Il silenzio sembra essere l'unica reazione possibile di fronte alla manifestazione di Dio, che porta il castigo.
Lo prenderà … il rogo: con il TM;
BJ con i LXX traduce: « Non ci sarà che un piccolo numero di scampati ».
- non si deve menzionare: per rispetto religioso o forse per timore, davanti alla sventura causata dal Signore.
Il passo è oscuro, ma il senso generale è chiaro: descrive la catastrofe che si abbatte sulla città e i morti che ingombrano le case, come anche il terrore che s'impadronisce del gruppetto degli scampati, che devono occuparsi dei cadaveri.
6,12 e si ara il mare con i buoi?: testo leggermente corretto
( separando differentemente le parole, mutando le vocali e ponendo il plurale ).
6,13 Lodebàr e Karnàim: località a est del Giordano.
L'ironia del versetto si comprende tenendo conto che in ebraico vi compiacete di Lodebàr suona come "Vi compiacete senza motivo",
"Vi compiacete per nulla".
Lo-debàr: gioco di parole su Lo-debàr che significa « nulla ».
Lo-debàr ( 2 Sam 9,4 ) e Karnàim ( 1 Mac 5,26 ),
in Transgiordania, facevano forse parte delle città riconquistate da Geroboàmo II
e da suo padre Ioas ( cf. 2 Re 13,25 e 2 Re 14,25 ).
6,14 Araba, o "steppa": regione nella parte meridionale della terra di Canaan,
tra il Mar Morto e il Mar Rosso.
Per altri il torrente dell'Araba sarebbe invece un affluente del Giordano, immediatamente a nord del Mar Morto, e indicherebbe perciò il confine meridionale del regno d'Israele.
un popolo: l'Assiria.
- il torrente dell'Araba: non è identico al torrente d'Egitto che designa, con l'ingresso di Amat, i confini sud e nord della terra promessa ( 1 Re 8,65 ).
Si tratta d'uno degli « uadi » che si gettano nella valle inferiore del Giordano
( la « Araba » ) presso il mar Morto.
Il territorio così delimitato è quello del regno del nord dopo le conquiste di Geroboàmo II ( cf. 2 Re 14,25 ).