Gioele

Capitolo 1

CEI 2008 - Audio Interconfessionale

Titolo

1 Parola del Signore, rivolta a Gioele figlio di Petuèl

I. Il flagello delle cavallette

1. Liturgia di lutto e di supplica

Lamento sulla desolazione del paese

2 Udite questo, anziani, porgete l'orecchio, voi tutti abitanti della regione.
Accadde mai cosa simile ai giorni vostri o ai giorni dei vostri padri?
3 Raccontatelo ai vostri figli e i figli vostri ai loro figli e i loro figli alla generazione seguente.
4 L'avanzo della cavalletta l'ha divorato la locusta, l'avanzo della locusta l'ha divorato il bruco, l'avanzo del bruco l'ha divorato il grillo.
Dt 28,38
Am 4,9
Am 7,1s
Ml 3,11
Sal 105,34-35
5 Svegliatevi, ubriachi, e piangete, voi tutti che bevete vino, urlate per il vino nuovo che vi è tolto di bocca.
Is 5,11+
Dt 28,39
6 Poiché è venuta contro il mio paese una nazione potente, senza numero, che ha denti di leone, mascelle di leonessa.
Ger 46,23
Ap 9,8
7 Ha fatto delle mie viti una desolazione e tronconi delle piante di fico; li ha tutti scortecciati e abbandonati, i loro rami appaiono bianchi,
Is 5,1+
Na 2,3
8 Piangi, come una vergine che si è cinta di sacco per il fidanzato della sua giovinezza.
Ger 3,4
9 Sono scomparse offerta e libazione dalla casa del Signore; fanno lutto i sacerdoti, ministri del Signore.
10 Devastata è la campagna, piange la terra, perché il grano è devastato, è venuto a mancare il vino nuovo, è esaurito il succo dell'olivo.
Os 4,3+
11 Affliggetevi, contadini, alzate lamenti, vignaioli, per il grano e per l'orzo, perché il raccolto dei campi è perduto.
12 La vite è seccata, il fico inaridito, il melograno, la palma, il melo tutti gli alberi dei campi sono secchi, è inaridita la gioia tra i figli dell'uomo.
Am 4,7-9
Is 16,10
Ger 25,10

Invito alla penitenza e alla preghiera

13 Cingete il cilicio e piangete, o sacerdoti, urlate, ministri dell'altare, venite, vegliate vestiti di sacco, ministri del mio Dio, poiché priva d'offerta e libazione è la casa del vostro Dio.
Gl 1,8+
14 Proclamate un digiuno, convocate un'assemblea, adunate gli anziani e tutti gli abitanti della regione nella casa del Signore vostro Dio, e gridate al Signore:
Gl 2,15
15 Ahimè, quel giorno!
È infatti vicino il giorno del Signore e viene come uno sterminio dall'Onnipotente.
Ez 30,2-3
Is 13,6
16 Non è forse scomparso il cibo davanti ai nostri occhi e la letizia e la gioia dalla casa del nostro Dio?
17 Sono marciti i semi sotto le loro zolle, i granai sono vuoti, distrutti i magazzini, perché è venuto a mancare il grano.
18 Come geme il bestiame! Vanno errando le mandrie dei buoi, perché non hanno più pascoli; anche i greggi di pecore vanno in rovina.
Os 4,3+
19 A te, Signore, io grido perché il fuoco ha divorato i pascoli della steppa e la vampa ha bruciato tutti gli alberi della campagna.
20 Anche le bestie della terra sospirano a te, perché sono secchi i corsi d'acqua e il fuoco ha divorato i pascoli della steppa.
Indice

Abbreviazioni
1,1-2,27 Lamento per una catasrofe, penitenza e risposta del Signorre
1,1 Titolo
1,2-12 Invasione di cavallette
La piaga delle cavallette e la conseguente carestia erano spesso interpretate come segno del castigo divino.
1,4 Si tratta di un'invasione di cavallette, designate qui da quattro termini il più comune dei quali, per la cavalletta in genere, è ' arbeh, « il distruttore ».
Il senso degli altri tre è discusso.
Essi designano sia specie diverse di cavallette, sia piuttosto le fasi successive dello sviluppo dell'insetto:
la locusta ( jeleq, « il saltatore »),
il bruco ( hasîl, « lo scorticatore » )
e l'insetto giovane ( gazam, « il tosatore » ).
1,7 li ha … abbandonati: conget.;
il TM legge: « certamente lo scorteccerà e abbatterà ».
1,8 Piangi: il profeta si rivolge alla comunità.
- cinta di sacco: vestito di lutto e di penitenza.
1,9 offerta e libazione: l'oblazione ( cf. Lv 2 ) e la libazione quotidiane consistevano in prodotti della terra: farina, vino, olio ( cf. Es 29,38-42; Nm 28,3-8 ).
1,13-20 Penitenza, lamento e supplica
1,13 venite: nel tempio ( cf. Gl 2,17 ).
1,14 Proclamate: alla lettera « santificate ».
Uguali richiami alla penitenza e alla preghiera in Gl 2,12-13.15-17 ( cf. Gn 3,5-9 ).
L'interesse di Gioele per queste manifestazioni religiose e per gli elementi del culto
( Gl 1,9.13.16; Gl 2,14 ) è in vivo contrasto con l'atteggiamento di Amos, Osea, Michea e Geremia ( cf. Am 5,21+ ).
Gioele pensa d'altronde alla conversione del cuore ( Gl 2,13 ).
1,15 il giorno del Signore: nel linguaggio dei profeti è il momento in cui Dio viene a giudicare.
dall'Onnipotente: gioco di parole tra « sterminio » ( shôd )
e « Onnipotente » ( Shaddaj; cf. Gen 17,1+ ).
Il flagello delle cavallette annunzia il « giorno del Signore »,
giorno terribile ( cf. Gl 2,1-2.11; Am 5,18+ ),
anche se nel contesto di Gl 3-4 ( cf. Abd 15 ) tende al trionfo finale d'Israele.
1,17 Sono marciti … zolle: senso incerto:
tre dei quattro termini ebraici della frase non appaiono altrove.
1,19 Il fuoco ( cf. Gl 2,3 ) e la vampa: immagini della siccità ( cf. Am 7,4 ).