Isaia

Capitolo 49

CEI 2008 - Audio Interconfessionale

Secondo canto del servo del Signore

1 Ascoltatemi, o isole, udite attentamente, nazioni lontane; il Signore dal seno materno mi ha chiamato, fino dal grembo di mia madre ha pronunziato il mio nome.
Is 42,1+
Is 41,1
Sal 2,7
Ger 1,5
2 Ha reso la mia bocca come spada affilata, mi ha nascosto all'ombra della sua mano, mi ha reso freccia appuntita, mi ha riposto nella sua faretra.
Gal 1,15
Eb 4,12
Ap 1,16
Ap 19,15
3 Mi ha detto: « Mio servo tu sei, Israele, sul quale manifesterò la mia gloria ».
Mt 3,17+
4 Io ho risposto: « Invano ho faticato, per nulla e invano ho consumato le mie forze.
Ma, certo, il mio diritto è presso il Signore, la mia ricompensa presso il mio Dio ».
Is 53,10-12
5 Ora disse il Signore che mi ha plasmato suo servo dal seno materno per ricondurre a lui Giacobbe e a lui riunire Israele, - poiché ero stato stimato dal Signore e Dio era stato la mia forza -
Fil 2,8-11
Gv 17,5
6 mi disse: « È troppo poco che tu sia mio servo per restaurare le tribù di Giacobbe e ricondurre i superstiti di Israele. Ma io ti renderò luce delle nazioni perché porti la mia salvezza fino all'estremità della terra ».
At 13,47
Lc 2,32
7 Dice il Signore, il redentore di Israele, il suo Santo, a colui la cui vita è disprezzata, al reietto delle nazioni, al servo dei potenti: « I re vedranno e si alzeranno in piedi, i principi vedranno e si prostreranno, a causa del Signore che è fedele, a causa del Santo di Israele che ti ha scelto ».
Is 41,14+
Is 60,10

La gioia del ritorno

8 Dice il Signore: « Al tempo della misericordia ti ho ascoltato, nel giorno della salvezza ti ho aiutato.
Ti ho formato e posto come alleanza per il popolo, per far risorgere il paese, per farti rioccupare l'eredità devastata,
2 Cor 6,2
Is 42,6
9 per dire ai prigionieri: Uscite, e a quanti sono nelle tenebre: Venite fuori.
Essi pascoleranno lungo tutte le strade, e su ogni altura troveranno pascoli.
Is 42,7
10 Non soffriranno né fame né sete e non li colpirà né l'arsura né il sole, perché colui che ha pietà di loro li guiderà, li condurrà alle sorgenti di acqua.
Ap 7,16
Is 4,5-6
Is 25,4-5
Gv 4,1+
11 Io trasformerò i monti in strade e le mie vie saranno elevate.
Is 11,16+
Is 40,3-4
12 Ecco, questi vengono da lontano, ed ecco, quelli vengono da mezzogiorno e da occidente e quelli dalla regione di Assuan ».
13 Giubilate, o cieli; rallegrati, o terra, gridate di gioia, o monti, perché il Signore consola il suo popolo e ha pietà dei suoi miseri.
Is 40,1
14 Sion ha detto: « Il Signore mi ha abbandonato, il Signore mi ha dimenticato ».
Is 40,27
Is 54,8+
Sal 22,2-3
Os 11,8-9
15 Si dimentica forse una donna del suo bambino, così da non commuoversi per il figlio delle sue viscere?
Anche se queste donne si dimenticassero, io invece non ti dimenticherò mai.
Is 44,21
16 Ecco, ti ho disegnato sulle palme delle mie mani, le tue mura sono sempre davanti a me.
Is 60,10
17 I tuoi costruttori accorrono, i tuoi distruttori e i tuoi devastatori si allontanano da te.
18 Alza gli occhi intorno a guarda: tutti costoro si radunano, vengono da te.
« Com'è vero ch'io vivo - oracolo del Signore - ti vestirai di tutti loro come di ornamento, te ne ornerai come una sposa ».
Is 60,4
19 Poiché le tue rovine e le tue devastazioni e il tuo paese desolato saranno ora troppo stretti per i tuoi abitanti, benché siano lontani i tuoi divoratori.
20 Di nuovo ti diranno agli orecchi i figli di cui fosti privata: « Troppo stretto è per me questo posto; scostati, e mi accomoderò ».
Is 54,1-3
21 Tu penserai: « Chi mi ha generato costoro? Io ero priva di figli e sterile; questi chi li ha allevati?
Ecco, ero rimasta sola e costoro dove erano? ».
Is 65,23
Ger 31,27
Zc 2,8
22 Così dice il Signore Dio: « Ecco, io farò cenno con la mano ai popoli, per le nazioni isserò il mio vessillo.
Riporteranno i tuoi figli in braccio, le tue figlie saranno portate sulle spalle.
Is 11,12
Is 60,4.9
Bar 5,6
23 I re saranno i tuoi tutori, le loro principesse tue nutrici.
Con la faccia a terra essi si prostreranno davanti a te, baceranno la polvere dei tuoi piedi; allora tu saprai che io sono il Signore e che non saranno delusi quanti sperano in me ».
Is 60,14.16
Is 30,18
Es 25,3
24 Si può forse strappare la preda al forte? Oppure può un prigioniero sfuggire al tiranno?
Lc 11,21-22p
Ger 31,11
25 Eppure dice il Signore: « Anche il prigioniero sarà strappato al forte, la preda sfuggirà al tiranno.
Io avverserò i tuoi avversari; io salverò i tuoi figli.
26 Farò mangiare le loro stesse carni ai tuoi oppressori, si ubriacheranno del proprio sangue come di mosto.
Allora ogni uomo saprà che io sono il Signore tuo salvatore, io il tuo redentore e il Forte di Giacobbe ».
Is 9,19
Ap 16,6
Is 60,16
Is 41,14+
Indice

Abbreviazioni
49,1-6 49-55 Salvezza di Sion
49,1 il Signore dal seno materno mi ha chiamato: questa descrizione della chiamata divina è simile a quella che si trova in Ger 1,5.
49,1-6 Secondo canto del Servo
49,1-7 Gli autori non sono d'accordo sull'estensione di questo canto,
che alcuni fanno terminare nel v 6, mentre altri vi includono anche i vv 7-9.
Questo secondo canto riprende il tema del primo ( Is 42,1-8 ), insistendo su certi aspetti della missione del servo: predestinazione ( vv 1.5 ), missione estesa non solo a Israele che deve radunare ( v 5 ), ma anche alle nazioni per illuminarle ( v 6 ), predicazione nuova che scuote ( v 2 ), che apporta luce e salvezza ( v 6 ).
Parla anche di un suo insuccesso ( vv 4.7a ), della sua fiducia in Dio solo ( vv 4.5 )
e di un trionfo finale ( v 7 ).
Il terzo e quarto canto aggiungeranno nuove precisazioni sulla persona e sulla missione del servo.
49,3 Qui il servo viene identificato con il popolo.
Molti studiosi ritengono che la parola Israele sia un'aggiunta alle parole del profeta, fatta in tempi molto antichi, forse per dare quella che, allora, si riteneva l'interpretazione più corretta: il Servo rappresenterebbe tutto il popolo.
Israele: questa parola è generalmente considerata una glossa ispirata a Is 44,21
e incompatibile con i vv 5-6 che distinguono il servo da Giacobbe-Israele.
Tuttavia, la parola si trova in tutti i testimoni del testo.
Si giustifica forse con l'ambivalenza della figura del servo che ora è Israele
e ora il suo capo e salvatore.
49,5 a lui riunire: con le versioni e 1QIsa ( BJ e BC ); il TM legge: « non sia riunito ».
49,6 Io ti renderò luce delle nazioni: questo versetto viene citato in At 13,47 per spiegare il dovere degli apostoli di predicare il Vangelo anche ai pagani ( Lc 2,32 ).
49,7-13 Ritorno dall'esilio
49,7 Se questo v fa ancora parte del secondo canto del servo
( cf. la nota a Is 49,1-7 ), annunzia già le sue umiliazioni e la sua glorificazione, che saranno descritte a lungo nel corso del quarto canto.
Se invece, questo v è da collegare al brano seguente, si tratta di Israele umiliato da quarant'anni di esilio e che sta per essere meravigliosamente ristabilito da Dio.
- disprezzata … reietto: leggendo come participi passivi, con le versioni e 1QIsa, là dove il TM presenta participi attivi.
47,9-11 I vv 9-11 riprendono il tema della strada meravigliosa del ritorno ( cf. Is 35,5-10;
Is 41,17-20; Is 43,19-20 ).
49,12 Sinìm: è la Syene degli antichi, corrispondente all'odierna Assuan,
nell'Egitto meridionale.
Assuan o Siene, Elefantina dei greci, a sud dell'Egitto, dove erano stabiliti alcuni israeliti.
BJ, con il TM, legge Sînîm.
49,14-26 Il Signore non dimentica Sion
49,15 Questi versi richiamano il messaggio di Osea, di Geremia e del Deuteronomio
( cf. Is 54,8+ ).
49,17 i tuoi costruttori: con 1QIsa e versioni; il TM presenta: « i tuoi figli ».
49,19 saranno ora troppo stretti: con le versioni; il TM legge: « tu sei troppo stretta ».
- Il popolo del ritorno è molto più numeroso di prima, ingrandito anche da tutti coloro che gli si uniscono ( vv 22-23 ).
49,22 in braccio: alla lettera « sul loro seno », atteggiamento particolarmente affettuoso di chi porta un fanciullo.
49,24 al tiranno: con sir. e volg.; il TM legge: « a un giusto ».
- La liberazione sembra impossibile, ma Dio la compirà ( v 25 ).