La Chiesa

C 67

Incredulità dei Giudei ( B )

Rif.


  È stato trattato nella scheda precedente.
C 66

Testi

Rilievi

Rif.


Gv 3,2
Gv 6,26.67-70
Gv 8,25
Gv 10,24
Gv. sviluppa, come Mc., il metodo del segreto che Cristo utilizza di fronte all'incredulità giudaica e per distinguere i Giudei dai discepoli.  
Gv. si distingue soprattutto per l'analisi delle ragioni di tale incredulità:  

Gv 5,39-47
Gv 8,33-56
Gv 7,27.52
Gv 12,34
Gv 6,30-31
1) gli errori di interpretazione della loro Legge e della loro Alleanza; gli errori sulla figura del Messia.  
Gv 5,17-18
Gv 8,50-59
Gv 10,29-39
Gv 19,7
2) l'atteggiamento « blasfemo » di Gesù.
E 62
1 Gv 2,13-17
Gv 3,16-19
Gv 15,18-19
Gv 16,8-11
Gv 8,21-24.34-45
Gv 12,46-50
3) il compito dei demoni e del mondo che guidano l'opposizione e impediscono ai Giudei di vedere chiaro.
E 33
Gv 5,44
Gv 7,15
Gv 8,1-4
Gv 20,29-31
4) l'orgoglio dei cuori e la malafede dei farisei che si ricollega alla « menzogna » dell'Anticristo.
B 50
Gv 6,13-15
Gv 7,1-4
Gv 20,29-31
5) l'incomprensione dei « segni ».
B 79
Gv 6,37.65
Gv 17,2
Gv 15,1-15
6) l'azione del Padre che « dà » a Cristo i suoi discepoli.  
Gv 12,37-41
7) l'opposizione dei Giudei al piano di Dio.  

At 12,1-17
At 13,44-48
At 18,6
At 22,18
At 28,25-28
Praticamente è in At. che avviene la rottura e che la Chiesa volge deliberatamente le spalle all'incredulità giudaica.  

Gv 6,41.61
Es 15,24
Es 16,2-12
Sal 95,8
1 Cor 10,10
L'incredulità dei Giudei si ricollega alla « mormorazione » dei loro antenati nel deserto.  

Rm 9-11
Paolo riflette sul ripudio di Israele e distingue l'economia universale della salvezza e l'elezione nazionale e storica del popolo ebraico.  
L'incredulità dei Giudei, provocando la salvezza diretta delle nazioni, prova in sostanza l'immensa bontà di Dio.
C 18
C 19

1 Cor 9,19-21
1 Cor 10,32-33
A Paolo, d'altra parte, sta a cuore la conversione dei Giudei e non cessa di esaltare la grandezza dei privilegi della sua razza.
C 68

Gal 2,15ss
Rm 1,1-17
Rm 2,11
Rm 3
Ef 2,12.19
Egli è perfettamente cosciente che la nuova economia è basata su una snazionalizzazione di Israele.  

Indice