La Chiesa

C 80

Maria, benedetta

Rif.


  Inquadrandola nell'A. T., questa parola, rivolta da Elisabetta a Maria, gravita attorno a due temi: una donna è benedetta da Dio quando diventa madre,
C 74
  ma è benedetta tra le donne, cioè più di tutte le altre donne, quando partecipa in modo speciale alla salvezza del popolo di Dio.  
  Questi due temi si trovano realizzati in maniera trascendente nella vergine Maria: da una parte, perché essa è madre di Gesù; dall'altra, perché questa maternità le conferisce un posto assolutamente privilegiato nella storia della salvezza.  

Testi

Rilievi

Rif.


Gen 12,2-3
Gen 13,16
Gen 15,5
Gen 17,2-6
Gen 22,17
L'Alleanza con Abramo richiede da parte di Dio la benedizione spirituale
E 34
e la sicurezza di una discendenza numerosa « come le stelle del cielo e come la sabbia che è sulla spiaggia del mare ».  
Nella mentalità biblica, la fecondità carnale è legata alla fedeltà all'Alleanza.  

Dt 7,12-13
Lc 1,42
Jahvè conserverà l'Alleanza e benedirà « il frutto del tuo seno ».  

Sal 128
Sal 127,3-5
I figli sono « eredità » e « ricompensa » di Jahvè per colui che lo serve con fedeltà.  

Gdc 5,24
Jael è benedetta tra le donne ( Canto di Debora ) perché essa uccise Sisera e così salvò il popolo dall'oppressione cananea.  
Si noti il parallelo tra Sisera ( Gdc 4,17-22 ) e Gen 3,15.  

Gdt 13,17-18
Al racconto storico di Gdc, risponde, mille anni dopo, il racconto apocalittico del libro di Giuditta.  
Sull'esempio di Jael, Giuditta libera di nuovo il popolo di Dio dai suoi nemici.  
Si noti che la tradizione ebraica mette sullo stesso piano Jael e Giuditta.  

Lc 1,42
Nuova Jael e nuova Giuditta, Maria porta la salvezza definitiva generando Cristo Salvatore.  

Indice