La Chiesa

C 74

Maternità di Maria

Rif.


  La maternità di Maria comporta un doppio aspetto: una realtà che si è compiuta nella sua carne e una realtà che si è compiuta nella sua anima.  
  E appunto, diventando Madre di Gesù secondo la carne, Maria ha compiuto la Parola di Dio attraverso l'obbedienza.  
  Secondo il giudizio di Cristo, l'ammirazione carnale della maternità deve cedere il posto alla contemplazione spirituale di questo mistero, il quale comporta parecchie dimensioni.  
  La maternità appare prima di tutto, secondo la parola di Dio, come la benedizione per eccellenza che Dio accorda a coloro che ama; sotto questo aspetto, essa fa parte della promessa fatta ad Abramo.
E 1
E 34
  Maria realizza la promessa fatta ad Abramo prima di tutto con la sua maternità, e poi soprattutto con la sua fede spirituale.  
  La Tradizione non cesserà di affermare che essa fu più beata per aver accolto Cristo nel suo cuore che non per averlo ricevuto nel suo grembo.  
  Questa maternità, rispetto a Gesù, è il fondamento della sua maternità spirituale, rispetto a tutto il corpo mistico.
C 25

Testi

Rilievi

Rif.


Gen 1,27-28
Gen 4,1
Gen 9,1.2
Gen 15,2-6
Gen 17,2-6
Gen 22,16-18
La fecondità rappresenta la prima benedizione che Dio ha accordato al primo amore umano.  
Questa benedizione è rinnovata a Noè e passa poi ad Abramo.
F 25
E 34

Gen 16,2
Gen 25,21
Gen 29,31
La sterilità di Sara, di Rebecca e di Rachele è la prima tappa della loro maternità.  
Dio dimostra così che la loro maternità è più opera della grazia che della natura.
F 17
Questa sterilità prepara la verginità di Maria.  

Dt 7,12-14
Sal 113,9
Sal 127
Sal 128
Tb 8,6-7
Per il popolo eletto, nessun bene è « naturale », tutto viene da Dio; il frutto del grembo come gli altri frutti della Terra promessa sono eredità di Jahvè, segno della sua benedizione.  

Gen 30,23
1 Sam 1,5-8
2 Sam 6,20-23
Os 9,11.14
Ger 22,30
Al contrario, la sterilità è considerata come un segno dell'abbandono di Dio, anzi del castigo.  

Lc 1,25
Questa idea rimarrà ancora nel N. T., in cui Elisabetta parla della sua sterilità come di una vergogna per lei.  

Lc 1,42.55.73
Lc 2,15-20
La maternità di Maria appare a lei, donna di Israele, come la benedizione per eccellenza.  

Mt 1,18-21
La maternità di Maria è tanto più benedizione in quanto essa deriva dallo Spirito di Dio.
D 1

Lc 1,45
Gen 15,5-6
Eb 11,8-19
Alla promessa di Dio, Abramo aveva risposto con la sua fede;
E 46
sull'esempio di Abramo, Maria è beatificata per la sua fede spirituale.  

Lc 8,19-21
Lc 11,27-28
Maria è più beata per aver ascoltato la Parola di Dio che per aver generato Cristo.  

Gal 3,16-29
Ef 1,3-10
Eb 2,11-17
La discendenza di Abramo è « una »: Cristo.  
Generando Cristo, nel quale sono « ricapitolati » tutti i fedeli, Maria diventa madre di tutti i riscattati.  

Gv 19,25-27
Dicendo a Giovanni: « Ecco tua madre », Gesù rende esplicito il mistero della maternità spirituale di Maria.  

Is 54,1-3
Sal 87,5
Gal 4,26
La Chiesa è nostra madre; generando Cristo nelle nostre anime, essa continua così il mistero della maternità di Maria.  

Indice