La Chiesa

C 62

Tradizione

Rif.


  La Tradizione è la trasmissione di fatti, di dottrine ... di età; essa consiste anche nei fatti e nella dottrina che viene trasmessa.  
  Sebbene tale parola sia sconosciuta nell'A. T., si può tuttavia affermare che tutti i fatti che si succedono dall'antica Alleanza fino a Gesù Cristo, sono visti alla luce di « tradizioni » religiose.  
  Gesù stigmatizza la « tradizione » dei rabbini del suo tempo perché essa ha solo un'origine puramente umana.  
  La Tradizione cristiana ha per oggetto la vita e soprattutto la morte e la risurrezione di Cristo, il suo insegnamento e le sue regole.  
  Questi fatti, su cui poggia la fede cristiana e da cui deriva la salvezza dell'umanità, sarebbero stati ben presto dimenticati se gli apostoli e i loro successori non li avessero trasmessi alle generazioni successive.  
  A partire da Gesù, la Tradizione sarà dunque l'espressione stessa della rivelazione del N. T.  
  Questo movimento cristiano è iniziato con la testimonianza della risurrezione.
C 42

Testi

Rilievi

Rif.


Lc 1,2
2 Pt 2,21
Gd 3
1 Cor 11,2
1 Ts 2,13
2 Ts 2,15
2 Ts 3,6
Rm 6,17
Col 2,6-7
La testimonianza apostolica su Gesù e l'insegnamento cristiano che ne deriva sono l'oggetto di una Tradizione che si identifica col Vangelo.  
Essa ha, come punto di partenza, un'iniziativa divina che inaugura la nuova economia della salvezza, la nuova rivelazione.  

Gal 1,11-12
1 Cor 15,3-8
San Paolo ha ricevuto il suo Vangelo attraverso una rivelazione personale che l'ha costituito apostolo.
C 41
C 86
Ma quando catechizza i Corinti, egli cita una formulazione della Tradizione apostolica in uso a Gerusalemme.  
La adotta perché riconosce che racchiude un mandato identico a quello che egli ha ricevuto ( v. 8 ).  

1 Cor 11,23-26
Altro è l'ordine del Signore ( v. 23 ) che è la regola da trasmettere ( v. 25 ).  
Altro è l'inquadramento narrativo, entro il quale tale regola è formulata: « la notte in cui ... ».  
Su questo punto, Paolo si conforma allo schema tradizionale.  

1 Cor 11,2.4-6
2 Ts 2,15
2 Ts 3,10
Queste tradizioni riguardano usanze che hanno qualche rapporto con le usanze cristiane e hanno acquistato forza di legge.  

1 Cor 9,14
1 Cor 7,10
1 Ts 4,15
Mt 28,20
Queste regole sono dovute a un ordine del Signore promulgato durante la sua vita mortale e avente forza di legge per sempre.  
La Tradizione comincia con l'insegnamento di Cristo, storico,
B 9
e del suo apostolo.  

1 Cor 7,12.40
Paolo, mentre fa sue le regole prescritte dal Signore agli apostoli, ha anche il diritto di formularne poiché egli possiede lo Spirito del Signore.  

Indice