Osea

Capitolo 5

CEI 2008 - Audio Interconfessionale

Sacerdoti, notabili e re conducono il popolo alla rovina

1 Ascoltate questo, o sacerdoti, state attenti, gente d'Israele, o casa del re, porgete l'orecchio, poiché contro di voi si fa il giudizio.
Voi foste infatti un laccio in Mizpà, una rete tesa sul Tabor
2 e una fossa profonda a Sittìm; ma io sarò una frusta per tutti costoro.
3 Io conosco Efraim e non mi è ignoto Israele.
Ti sei prostituito, Efraim! Si è contaminato Israele.
4 Non dispongono le loro opere per far ritorno al loro Dio, poiché uno spirito di prostituzione è fra loro e non conoscono il Signore.
Ger 13,23+
Os 1,2
5 l'arroganza d'Israele testimonia contro di lui, Israele ed Efraim cadranno per le loro colpe e Giuda soccomberà con loro.
Am 6,8
Os 14,2
6 Con i loro greggi e i loro armenti andranno in cerca del Signore, ma non lo troveranno: egli si è allontanato da loro.
Am 5,4+
Am 8,11-12
Pr 1,28
Is 55,6
Gv 7,34
Gv 8,21
7 Sono stati sleali verso il Signore, generando figli bastardi: un conquistatore li divorerà insieme con i loro campi.
Os 2,6

La guerra fratricida

8 Suonate il corno in Gàbaa e la tromba in Rama, date l'allarme a Bet-Avèn, all'erta, Beniamino!
Gl 2,1+
Os 4,15+
9 Efraim sarà devastato nel giorno del castigo: per le tribù d'Israele annunzio una cosa sicura.
10 I capi di Giuda sono diventati come quelli che spostano i confini e su di essi come acqua verserò la mia ira.
Dt 19,14
Dt 27,17
11 Efraim è un oppressore, un violatore del diritto, ha cominciato a inseguire le vanità.
12 Ma io sarò come una tignola per Efraim e come un tarlo per la casa di Giuda.
Is 50,9+

Vanità delle alleanze con lo straniero

13 Efraim ha visto la sua infermità e Giuda la sua piaga.
Efraim è ricorso all'Assiria e Giuda si è rivolto al gran re; ma egli non potrà curarvi, non guarirà la vostra piaga,
Os 7,11
Os 8,9
Os 12,2
2 Re 15,19
2 Re 16,7-9
14 perché io sarò come un leone per Efraim, come un leoncello per la casa di Giuda.
Io farò strage e me ne andrò, porterò via la preda e nessuno me la toglierà.
Os 13,7
Am 3,12
Is 5,29
Os 2,12
15 Me ne ritornerò alla mia dimora finché non avranno espiato e cercheranno il mio volto, e ricorreranno a me nella loro angoscia.
Dt 4,29-31+
Ger 29,13
Am 5,4
Indice

Abbreviazioni
5,1-7 Contro sacerdoti, notabili e re
5,1 Mispa: parecchie località con questo nome sono menzionate nella bibbia,
per cui è difficile dire quale sia qui intesa.
probabilmente qui Osea si riferisce a un centro situato a est del Giordano.
Tabor è un monte della Galilea.
Come per il Tabor, si tratta forse di un luogo di culto i cui inservienti hanno traviato il popolo incitandolo all'idolatria.
- Si potrebbe anche intendere:
« La sentenza è contro di voi, perché siete stati voi … »;
ma cf. il parallelo di Mi 3,1.
5,2 Sittìm: una località di fronte a Gèrico, a est del Giordano; testo incerto.
si allude forse all'episodio narrato in Nm 25.
Su Sittìm, cf. Gs 2,1+.
C'è forse qui una allusione all'episodio di Baal-Peor ( Os 9,10; cf. Nm 25 ).
5,7 un conquistatore: alla lettera « un distruttore », mashehît, conget.;
BJ segue il TM, hodesh, « il novilunio »: sia che il giorno di festa diventi un giorno di castigo, sia che se ne voglia notare l'imminenza ( nel prossimo novilunio ).
5,8-15 Israele e Giuda sono entrambi colpevoli
5,8 Gàbaa e Rama: località situate nella zona di confine fra il regno d'Israele e il regno di Giuda;
si allude forse a episodi di guerra fra i due stati ( 2 Re 15,37; 2 Re 16,5-9 ).
5,8-12 Tutto questo brano - e probabilmente i seguenti fino a Os 6,6
sembra riferirsi alla guerra siro-efraimitica ( 735-734; cf. 2 Re 16,5+ ).
all'erta: BJ traduce: « ti si tallona », alla lettera: « dietro di te »: testo incerto.
La versione BC è frutto di una correzione che si basa sul contesto.
5,9 una cosa sicura: cioè le sventure imminenti:
deportazione, smembramento ( 2 Re 15,29 ),
caduta di Samaria e rovina del regno d'Israele ( 2 Re 17,5-6 ).
5,10 spostano i confini: allusione all'avanzata dell'esercito di Giuda in territorio d'Israele, forse anche alle antiche usurpazioni del regno del sud ( 1 Re 15,16-22 ).
- Il codice deuteronomico ( Dt 19,14; cf. Dt 27,17 ) condanna quelli che spostano i confini « posti dagli avi », poiché la ripartizione dei territori della terra promessa è fatta secondo gli ordini di Dio ( cf. Gs 13,6 ).
5,11 un oppressore, un violatore del diritto: con i LXX, pensando alla alleanza di Efraim con Damasco e alla sua invasione nel regno-fratello
( guerra siro-efraimitica );
BJ con il TM traduce: « è oppresso, schiacciato dal giudizio ».
- le vanità, alla lettera: « la menzogna », shawe', conget.; il TM çaw è incerto.
5,13 gran re: designazione del re d'Assiria,
che stava espandendo la sua influenza anche in Canaan.
'el melek rab, conget.;
il TM legge: 'el melek jareb, « al re Jareb » o « al re vendicatore ».
- Allusione al tributo pagato da Menachem a Tiglat-Pilezer III nel 738
( cf. 2 Re 15,19 ) e all'appello lanciato da Acaz allo stesso Tiglat Pilezer nel 735
( cf. 2 Re 16,7-9 ).
5,15 non avranno espiato oppure, con BJ, « essi si confessino colpevoli ».