Giovanni

Capitolo 11

CEI 2008 - Audio Interconfessionale

Indice

Resurrezione di Lazzaro

1 Era allora malato un certo Lazzaro di Betània, il villaggio di Maria e di Marta sua sorella.
2 Maria era quella che aveva cosparso di olio profumato il Signore e gli aveva asciugato i piedi con i suoi capelli; suo fratello Lazzaro era malato.
Lc 10,38s
Gv 12,1-8
3 Le sorelle mandarono dunque a dirgli: « Signore, ecco, il tuo amico è malato ».
4 All'udire questo, Gesù disse: « Questa malattia non è per la morte, ma per la gloria di Dio, perché per essa il Figlio di Dio venga glorificato. ».
Gv 2,11
Gv 1,14+
5 Gesù voleva molto bene a Marta, a sua sorella e a Lazzaro.
Gv 10,34+
6 Quand'ebbe dunque sentito che era malato, si trattenne due giorni nel luogo dove si trovava.
7 Poi , disse ai discepoli: « Andiamo di nuovo in Giudea! ».
8 I discepoli gli dissero: « Rabbì, poco fa i Giudei cercavano di lapidarti e tu ci vai di nuovo? ».
9 Gesù rispose: « Non sono forse dodici le ore del giorno?
Se uno cammina di giorno, non inciampa, perché vede la luce di questo mondo;
Gv 8,12.59
Gv 10,31
10 ma se invece uno cammina di notte, inciampa, perché gli manca la luce ».
11 Così parlò e poi soggiunse loro: « Il nostro amico Lazzaro s'è addormentato; ma io vado a svegliarlo ».
12 Gli dissero allora i discepoli: « Signore, se s'è addormentato, guarirà ».
Gv 2,19+
13 Gesù parlava della morte di lui, essi invece pensarono che si riferisse al riposo del sonno.
Mt 9,24p
14 Allora Gesù disse loro apertamente: « Lazzaro è morto
15 e io sono contento per voi di non essere stato là, perché voi crediate. Orsù, andiamo da lui! ».
16 Allora Tommaso, chiamato Dìdimo, disse ai condiscepoli: « Andiamo anche noi a morire con lui! ».
Gv 2,11+
Gv 14,5
Gv 20,24-29
Mc 10,32
17 Venne dunque Gesù e trovò Lazzaro che era già da quattro giorni nel sepolcro.
18 Betània distava da Gerusalemme meno di due miglia
19 e molti Giudei erano venuti da Marta e Maria per consolarle per il loro fratello.
Gv 11,45
Gv 12,9-11.17-19
20 Marta dunque, come seppe che veniva Gesù, gli andò incontro; Maria invece stava seduta in casa.
Lc 10,39s
21 Marta disse a Gesù: « Signore, se tu fossi stato qui, mio fratello non sarebbe morto!
Gv 11,32
22 Ma anche ora so che qualunque cosa chiederai a Dio, egli te la concederà ».
Mc 11,24p
23 Gesù le disse: « Tuo fratello risusciterà ».
Gv 2,19+
24 Gli rispose Marta: « So che risusciterà nell'ultimo giorno ».
25 Gesù le disse: « Io sono la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muore, vivrà;
Mt 22,23+
Gv 3,35+
26 chiunque vive e crede in me, non morrà in eterno. Credi tu questo? ».
Gv 5,24
1 Gv 3,14
27 Gli rispose: « Sì, o Signore, io credo che tu sei il Cristo, il Figlio di Dio che deve venire nel mondo ».
Gv 10,34+
Gv 1,9-10+
28 Dopo queste parole se ne andò a chiamare di nascosto Maria, sua sorella, dicendo: « Il Maestro è qui e ti chiama ».
29 Quella, udito ciò, si alzò in fretta e andò da lui.
30 Gesù non era entrato nel villaggio, ma si trovava ancora là dove Marta gli era andata incontro.
31 Allora i Giudei che erano in casa con lei a consolarla, quando videro Maria alzarsi in fretta e uscire, la seguirono pensando: « Va al sepolcro per piangere là ».
32 Maria, dunque, quando giunse dov'era Gesù, vistolo si gettò ai suoi piedi dicendo: « Signore, se tu fossi stato qui, mio fratello non sarebbe morto! ».
Gv 11,21
33 Gesù allora quando la vide piangere e piangere anche i Giudei che erano venuti con lei, si commosse profondamente, si turbò e disse:
Gv 11,38
Gv 13,21
34 « Dove l'avete posto? ». Gli dissero: « Signore, viene a vedere! ».
35 Gesù scoppiò in pianto.
36 Dissero allora i Giudei: « Vedi come lo amava! ».
37 Ma alcuni di loro dissero: « Costui che ha aperto gli occhi al cieco non poteva anche far sì che questi non morisse? ».
38 Intanto Gesù, ancora profondamente commosso, si recò al sepolcro; era una grotta e contro vi era posta una pietra.
39 Disse Gesù: « Togliete la pietra! ».
Gli rispose Marta, la sorella del morto: « Signore, già manda cattivo odore, poiché è di quattro giorni ».
40 Le disse Gesù: « Non ti ho detto che, se credi, vedrai la gloria di Dio? ».
Gv 2,11+
Gv 1,14+
41 Tolsero dunque la pietra.
Gesù allora alzò gli occhi e disse: « Padre, ti ringrazio che mi hai ascoltato.
Gv 17,1
Mt 14,19p
42 Io sapevo che sempre mi dai ascolto, ma l'ho detto per la gente che mi sta attorno, perché credano che tu mi hai mandato ».
Gv 12,30
43 E detto questo, gridò a gran voce: « Lazzaro, vieni fuori! ».
Gv 1,1+
44 Il morto uscì, con i piedi e le mani avvolti in bende, e il volto coperto da un sudario.
Gesù disse loro: « Scioglietelo e lasciatelo andare ».
Gv 5,27-29
Is 49,9
Gv 19,40
Gv 20,5-7

I capi giudei decidono la morte di Gesù

45 Molti dei Giudei che erano venuti da Maria, alla vista di quel che egli aveva compiuto, credettero in lui.
46 Ma alcuni andarono dai farisei e riferirono loro quel che Gesù aveva fatto.
47 Allora i sommi sacerdoti e i farisei riunirono il sinedrio e dicevano: « Che facciamo?
Quest'uomo compie molti segni.
Mt 26,3-5p
48 Se lo lasciamo fare così, tutti crederanno in lui e varranno i Romani e distruggeranno il nostro luogo santo e la nostra nazione ».
49 Ma uno di loro, di nome Caifa, che era sommo sacerdote in quell'anno, disse loro: « Voi non capite nulla
Lc 3,2+
Gv 18,13
50 e non considerate come sia meglio che muoia un solo uomo per il popolo e non perisca la nazione intera ».
51 Questo però non lo disse da se stesso, ma essendo sommo sacerdote profetizzò che Gesù doveva morire per la nazione
52 e non per la nazione soltanto, ma anche per riunire insieme i figli di Dio che erano dispersi.
Gv 4,42+
Gv 10,16
Dt 30,3
53 Da quel giorno dunque decisero di ucciderlo.
Gv 5,18+
Mt 12,14p
54 Gesù pertanto non si faceva più vedere in pubblico tra i Giudei; egli si ritirò di là nella regione vicina al deserto, in una città chiamata Èfraim, dove si trattenne con i suoi discepoli.
Gv 7,1

6. La fine del ministero pubblico e preliminari dell'ultima Pasqua

L'avvicinarsi della Pasqua

55 Era vicina la Pasqua dei Giudei e molti dalla regione andarono a Gerusalemme prima della Pasqua per purificarsi.
Gv 2,13
Gv 6,4
56 Essi cercavano Gesù e stando nel tempio dicevano tra di loro: « Che ve ne pare? Non verrà egli alla festa? ».
Nm 9,6-13
57 Intanto i sommi sacerdoti e i farisei avevano dato ordine che chiunque sapesse dove si trovava lo denunziasse perché essi potessero prenderlo.
Indice

Abbreviazioni
11,1-16 Morte di Lazzaro, amico di Gesù
11,2 Maria era quella che cosparse di profumo il Signore:
l'episodio sarà raccontato in Gv 12,1-8;
la notizia è anticipata perché la comunità cristiana già conosceva il fatto.
Maria era quella …: con ogni probabilità, non è la peccatrice di Lc 7,37.
11,4 perché per essa il figlio di Dio venga glorificato: espressione a doppio senso:
Gesù sarà glorificato dal miracolo stesso ( cf. Gv 1,14+ );
ma questo miracolo provocherà ( Gv 11,46-54 ) la sua morte,
che sarà anche la sua glorificazione ( Gv 12,32+ ).
Gesù si sbagliò quando disse che la malattia di Lazzaro non era per la morte?
11,7 di nuovo: S e altri testimoni omettono.
11,9 Con la frase Non sono forse dodici le ore del giorno?, probabilmente citando un proverbio, Gesù paragona la sua vita a una giornata di cammino.
Finché non ha compiuto ciò che Dio gli ha affidato, la sua vita non è in pericolo.
Quando sarà tutto compiuto, allora sarà come se fosse caduta la notte:
i suoi nemici potranno ucciderlo.
11,15 perché voi crediate: la morte di Lazzaro è l'occasione del miracolo,
che fortificherà la loro fede.
11,17-37 Gesù incontra Marta e Maria
11,21 Signore: B e altri omettono.
11,22 Marta ha fede in Gesù; ma si arresta, come sulla soglia di una preghiera impossibile.
11,25-26 Io sono la risurrezione e la vita: al centro delle solenni affermazioni di Gesù
c'è la sua persona ( Io sono ) e la fede in lui ( chi crede in me ).
11,25 e la vita: con la maggior parte dei testimoni;
BJ con alcune testimonianze omette.
11,26 chiunque vive e crede in me, non morrà in eterno:
chi crede ha trionfato per sempre della morte.
La resurrezione di Lazzaro è il segno di questa vittoria ( cf. Gv 3,11+ ).
11,38-44 Gesù risuscita Lazzaro
Alcuni particolari del miracolo sembrano anticipare quelli della scoperta del sepolcro vuoto di Gesù.
11,39 la sorella del morto: con volg. e quasi tutti i testimoni; vet. lat. e altri omettono.
11,41 alzò gli occhi: con molti testimoni e volg.;
altri aggiungono: « al cielo », altri: « in alto ».
11,45-57 Congiura dei capi contro Gesù
11,48 il nostro luogo santo: alla lettera: « il nostro luogo »:
Gerusalemme o tutto il paese giudaico o, più probabilmente, il luogo santo per eccellenza, il tempio ( Mt 24,15. Cf. Is 60,13; 2 Mac 1,29; 2 Mac 2,18; At 6,13 ).
11,50 come sia meglio: con S e altri; B e altri aggiungono « per voi »;
BJ con sir. traduce: « è nel vostro interesse ».
11,51 essendo sommo sacerdote: con alcuni testimoni;
BJ con volg. e la maggior parte aggiunge: « in quell'anno ».
- Gesù doveva morire per la nazione: secondo Caifa, bisognava sacrificare Gesù per preservare la nazione dal preteso pericolo politico che egli le faceva correre;
nel pensiero divino, Gesù doveva morire per la salvezza degli uomini
( cf. Gv 1,29+ ).
11,53 decisero di ucciderlo: con D e altri;
una recensione legge: « si accordarono per ucciderlo ».
11,54 Èfraim: forse una località situata a circa 20 chilometri a nord-ovest di Gerusalemme.
11,55 La Legge prescriveva le purificazioni prima della celebrazione della Pasqua.
Era vicina la pasqua dei giudei: Gv non cesserà di sottolineare la relazione della morte di Gesù con la pasqua ( Gv 13,1; Gv 18,28; Gv 19,14.42 ).
- prima della pasqua: con il maggior numero dei mss; molti testimoni omettono.