Proverbi

Capitolo 15

CEI 2008 - Audio Interconfessionale
1 Una risposta gentile calma la collera, una parola pungente eccita l'ira.
1 Sam 25,32-33
1 Re 12,12-19
2 La lingua dei saggi fa gustare la scienza, la bocca degli stolti esprime sciocchezze.
Qo 10,12
3 In ogni luogo sono gli occhi del Signore, scrutano i malvagi e i buoni.
Pr 5,21
Pr 15,11
Pr 16,2
Sal 7,10
Sal 139,1s
Zc 4,10
4 Una lingua dolce è un albero di vita, quella malevola è una ferita al cuore.
Pr 12,18
5 Lo stolto disprezza la correzione paterna; chi tiene conto dell'ammonizione diventa prudente.
Pr 12,1
Pr 13,18
6 Nella casa del giusto c'è abbondanza di beni, sulla rendita dell'empio incombe il dissesto.
7 Le labbra dei saggi diffondono la scienza, non così il cuore degli stolti.
8 Il sacrificio degli empi è in abominio al Signore, la supplica degli uomini retti gli è gradita.
Pr 21,27
1 Sam 15,22+
9 La condotta perversa è in abominio al Signore; egli ama chi pratica la giustizia.
Pr 11,20
Pr 12,22
10 Punizione severa per chi abbandona il retto sentiero, chi odia la correzione morirà.
Pr 12,1
Pr 15,32
11 Gl'inferi e l'abisso sono davanti al Signore, tanto più i cuori dei figli dell'uomo.
Pr 11,20+
Gv 2,25
12 Lo spavaldo non vuol essere corretto, egli non si accompagna con i saggi.
Pr 9,8
13 Un cuore lieto rende ilare il volto, ma, quando il cuore è triste, lo spirito è depresso.
Pr 12,25
Sir 13,25
14 Una mente retta ricerca il sapere, la bocca degli stolti si pasce di stoltezza.
Pr 18,15
15 Tutti i giorni son brutti per l'afflitto, per un cuore felice è sempre festa.
Sir 30,25
16 Poco con il timore di Dio è meglio di un gran tesoro con l'inquietudine.
Pr 13,8
Pr 16,8
Pr 17,1
Sal 37,16
17 Un piatto di verdura con l'amore è meglio di un bue grasso con l'odio.
Pr 17,1
18 L'uomo collerico suscita litigi, il lento all'ira seda le contese.
Pr 14,29
Pr 28,25
Mt 5,9
19 La via del pigro è come una siepe di spine, la strada degli uomini retti è una strada appianata.
20 Il figlio saggio allieta il padre, l'uomo stolto disprezza la madre.
Pr 10,1
Pr 17,25
Pr 23,22
21 La stoltezza è una gioia per chi è privo di senno; l'uomo prudente cammina diritto.
22 Falliscono le decisioni prese senza consultazione, riescono quelle prese da molti consiglieri.
Pr 11,14
23 È una gioia per l'uomo saper dare una risposta; quanto è gradita una parola detta a suo tempo!
24 Per l'uomo assennato la strada della vita è verso l'alto, per salvarlo dagli inferi che sono in basso.
Qo 3,21
Nm 16,33+
25 Il Signore abbatte la casa dei superbi e rende saldi i confini della vedova.
Pr 22,28
Pr 23,10-11
26 Sono in abominio al Signore i pensieri malvagi, ma gli sono gradite le parole benevole.
Dt 19,14
Os 5,10
27 Sconvolge la sua casa chi è avido di guadagni disonesti; ma chi detesta i regali vivrà.
Pr 1,19
Pr 17,23+
28 La mente del giusto medita prima di rispondere, la bocca degli empi esprime malvagità.
Pr 19,28
29 Il Signore è lontano dagli empi, ma egli ascolta la preghiera dei giusti.
Is 59,2
Gv 9,31
30 Uno sguardo luminoso allieta il cuore; una notizia lieta rianima le ossa.
31 L'orecchio che ascolta un rimprovero salutare avrà la dimora in mezzo ai saggi.
Pr 25,12
32 Chi rifiuta la correzione disprezza se stesso, chi ascolta il rimprovero acquista senno.
Pr 15,10
Pr 10,17
Pr 19,20
33 Il timore di Dio è una scuola di sapienza, prima della gloria c'è l'umiltà.
Pr 1,7
Pr 18,12
Indice

Abbreviazioni
15,1-33 Ciò che il Signore gradisce e ciò che detesta
15,4 albero di vita: richiama Gen 2,9; Gen 3,22.24 ed è immagine di vita piena e felice
( Pr 13,12 ).
ferita al cuore: alla lettera: « la perversità in essa è una ferita dello spirito ».
15,24 Le espressioni verso l'alto e in basso, omesse dai LXX,
potrebbero essere glosse tardive.
La strada della vita sembra indicare un prolungamento della vita terrestre,
opposto alla morte che è discesa nello sheol.
Più tardi è stato tradotto: « la strada che porta alla beatitudine celeste »,
ma una tale nozione non faceva parte della teologia dell'epoca.
15,25 Il Signore … consolida il confine della vedova: la legge proibiva lo spostamento dei confini, ritenuti un segno sacro ( Dt 19,14; Dt 27,17; Os 5,10 ).
La vedova non aveva mezzi di difesa e per questo Dio stesso interviene in suo favore.
15,27 i regali: fonte di corruzione ( Pr 17,8.23 ).
15,30b rianima le ossa: BJ ha « rianima le forze », e nota: alla lettera « ingrassa le ossa ».