Salmi

Capitolo 84 ( 83 )

CEI 2008 - Audio Interconfessionale

Canto di pellegrinaggio

1 Al maestro del coro. Su « I torchi… ». Dei figli di Core. Salmo.
Sal 8,1
2 Quanto sono amabili le tue dimore,
Signore degli eserciti!
3 L'anima mia languisce
e brama gli atri del Signore.
Il mio cuore e la mia carne
esultano nel Dio vivente.
Sal 42,2-3
Sal 122,1
4 Anche il passero trova la casa,
la rondine il nido,
dove porre i suoi piccoli,
presso i tuoi altari,
Signore degli eserciti, mio re e mio Dio.
Sal 5,3
5 Beato chi abita la tua casa:
sempre canta le tue lodi!
6 Beato chi trova in te la sua forza
e decide nel suo cuore il santo viaggio.
7 Passando per la valle del pianto
la cambia in una sorgente,
anche la prima pioggia
l'ammanta di benedizioni.
Ez 34,26
Gl 2,23
8 Cresce lungo il cammino il suo vigore,
finché compare davanti a Dio in Sion.
9 Signore, Dio degli eserciti, ascolta la mia preghiera,
porgi l'orecchio, Dio di Giacobbe.
10 Vedi, Dio, nostro scudo,
guarda il volto del tuo consacrato.
11 Per me un giorno nei tuoi atri
è più che mille altrove,
stare sulla soglia della casa del mio Dio
è meglio che abitare nelle tende degli empi.
12 Poiché sole e scudo è il Signore Dio;
il Signore concede grazia e gloria,
non rifiuta il bene
a chi cammina con rettitudine.
13 Signore degli eserciti,
beato l'uomo che in te confida.
Indice

Abbreviazioni
84,1 Il centro di questo "canto di Sion" ( nota a Sal 46 ) è il tempio di Gerusalemme, dove il Signore di tutto l'universo ha posto la sua dimora e da dove effonde vita e benedizione per il suo popolo.
Le parole di questo canto sono messe sulle labbra del pellegrino, che ritma la preghiera con un triplice movimento:
il desiderio struggente della casa del Signore,
il cammino verso la città santa e il tempio ( probabilmente un pellegrinaggio in occasione delle tre principali feste dell'anno )
e l'ingresso nel tempio, che diventa anche la meta ideale del cammino interiore dell'uomo verso Dio.
84 Canto di Sion, che celebra l'ospite divino del tempio, fonte di felicità e di grazia per i pellegrini ( vv 6-8 ), come per i residenti nel santuario ( vv 5.11 ).
84,2 Signore degli eserciti: su questo titolo divino vedi nota a Sal 24,10.
84,6 il santo viaggio: BJ traduce: « ascensioni » con i LXX; il TM ha: « sentieri ».
- I salmi detti « graduali » o « delle ascensioni » ( Sal 120ss ) erano cantati durante il viaggio dai pellegrini.
84,7 valle del pianto: BJ traduce: « valle del piangente ».
In 7 mss e nelle versioni, « valle dei pianti » ( come pronuncia, le due parole sono identiche; cf. Gdc 2,5 ).
Il « balsamo » ( o « l'albero piangente » )
deve essere qui il bagolarò ( cf. 2 Sam 5,23-24 ).
La « valle del Bagolarò », a nord della vallata di Hinnon ( Geenna ), era l'ultima tappa del pellegrinaggio, all'incrocio delle strade che vengono da nord, da ovest e da sud ( cf. 2 Sam 5,17-25 ).
84,7c-d Testo incerto; i LXX hanno: « il legislatore darà benedizioni ».
Si può correggere così: « la guida griderà benedizioni ».
Noi conserviamo il TM.
L'allusione alla prima pioggia, « di autunno » ( BJ ), permetterebbe di riferire il salmo alla festa delle capanne ( Es 23,14+ ).
84,8a BJ traduce: « camminano di altura in altura ».
Si traduce anche: « di sostegno in sostegno »
o ( Targum ) « di baluardo in baluardo ».
84,8b BJ congettura: « e Dio apparirà loro in Sion »: « loro », `alêhem;
il TM ha 'elohîm, « ( Dio ) degli dèi ».
84,10 consacrato: il re, che guida e protegge ( è il nostro scudo ) la comunità d'Israele;
qui l'« unto » o « messia » è probabilmente il sommo sacerdote, capo della comunità dopo l'esilio.
84,11 altrove: il TM ha bahartî, « ho scelto »;
BJ congettura: « a mia guisa », alla lettera « nella mia libertà », beherutî.