1 Re

Capitolo 11

CEI 2008 - Audio Interconfessionale

4. La degenerazione del regno

Le mogli di Salomone

1 Ma il re Salomone amò donne straniere, moabite, ammonite, idumee, di Sidòne e hittite,
Dt 17,17
Sir 47,19
2 appartenenti a popoli, di cui aveva detto il Signore agli Israeliti: « Non andare da loro ed essi non vengano da voi: perché certo faranno deviare i vostri cuori dietro i loro dèi ».
Salomone si legò a loro per amore.
Dt 7,3-4
3 Aveva settecento principesse per mogli e trecento concubine; le sue donne gli pervertirono il cuore.
4 Quando Salomone fu vecchio, le sue donne l'attirarono verso dèi stranieri e il suo cuore non restò più tutto con il Signore suo Dio come il cuore di Davide suo padre.
2 Cr 11,23-12,1
5 Salomone seguì Astàrte, dea di quelli di Sidòne, e Milcom, obbrobrio degli Ammoniti.
Gdc 1,13+
6 Salomone commise quanto è male agli occhi del Signore e non fu fedele al Signore come lo era stato Davide suo padre.
7 Salomone costruì un'altura in onore di Camos, obbrobrio dei Moabiti, sul monte che è di fronte a Gerusalemme, e anche in onore di Milcom, obbrobrio degli Ammoniti.
8 Allo stesso modo fece per tutte le sue donne straniere, che offrivano incenso e sacrifici ai loro dèi.
9 Il Signore, perciò, si sdegnò con Salomone, perché aveva distolto il cuore dal Signore Dio d'Israele, che gli era apparso due volte
10 e gli aveva comandato di non seguire altri dèi, ma Salomone non osservò quanto gli aveva comandato il Signore.
11 Allora disse a Salomone: « Poiché ti sei comportato così e non hai osservato la mia alleanza né i decreti che ti avevo impartiti, ti strapperò via il regno e lo consegnerò a un tuo suddito.
12 Tuttavia non farò ciò durante la tua vita per amore di Davide tuo padre; lo strapperò dalla mano di tuo figlio.
13 Ma non tutto il regno gli strapperò; una tribù la darò a tuo figlio per amore di Davide mio servo e per amore di Gerusalemme, città da me eletta ».

I nemici esterni di Salomone

14 Il Signore suscitò contro Salomone un avversario, l'idumeo Hadàd che era della stirpe regale di Edom.
15 Dopo la disfatta inflitta da Davide a Edom, quando Ioab capo dell'esercito era andato a seppellire i cadaveri e aveva ucciso tutti i maschi di Edom -
2 Sam 8,13-14
16 Ioab e tutto Israele vi si erano fermati sei mesi per sterminare tutti i maschi di Edom -
17 Hadàd con alcuni Idumei a servizio del padre fuggì in Egitto.
Allora Hadàd era giovinetto.
18 Essi partirono da Madian e andarono in Paran; presero con sé uomini di Paran e andarono in Egitto dal faraone, che ospitò Hadàd, gli assicurò il mantenimento, parlò con lui e gli assegnò terreni.
19 Hadàd trovò grazia agli occhi del faraone, che gli diede in moglie una sua cognata, la sorella della regina Tafni.
20 La sorella di Tafni gli partorì il figlio Ghenubàt, che Tafni allevò nel palazzo del faraone.
Ghenubàt visse nella casa del faraone tra i figli del faraone.
21 Quando Hadàd seppe in Egitto che Davide si era addormentato con i suoi padri e che era morto Ioab capo dell'esercito, disse al faraone: « Lasciami partire; voglio andare nel mio paese ».
22 Il faraone gli rispose: « Ti manca forse qualcosa nella mia casa perché tu cerchi di andare nel tuo paese? ».
Quegli soggiunse: « No! ma, ti prego, lasciami andare ».
Ecco il male fatto da Hadàd: fu nemico di Israele e regnò su Edom.
23 Dio suscitò contro Salomone un altro avversario, Razòn figlio di Eliada, che era fuggito da Hada-Èzer re di Zoba, suo signore.
2 Sam 8,3
2 Sam 10,16s
24 Egli adunò gente contro di lui e divenne capo di una banda, quando Davide aveva massacrato gli Aramei.
Quindi egli prese Damasco, vi si stabilì e ne divenne re.
25 Fu avversario di Israele per tutta la vita di Salomone.

La rivolta di Geroboamo

26 Anche Geroboamo, figlio dell'efraimita Nebàt, di Zereda - sua madre, una vedova, si chiamava Zerua -, mentre era al servizio di Salomone, insorse contro il re.
27 La causa della sua ribellione al re fu la seguente: Salomone costruiva il Millo e chiudeva la breccia apertasi nella città di Davide suo padre;
1 Re 9,15
28 Geroboamo era un uomo di riguardo; Salomone, visto come il giovane lavorava, lo nominò sorvegliante di tutti gli operai della casa di Giuseppe.
2 Sam 5,6+
29 In quel tempo Geroboamo, uscito da Gerusalemme, incontrò per strada il profeta di Silo, che indossava un mantello nuovo; erano loro due soli, in campagna.
1 Sam 1,3
30 Achia afferrò il mantello nuovo che indossava e lo lacerò in dodici pezzi.
31 Quindi disse a Geroboamo: « Prendine dieci pezzi, poiché dice il Signore, Dio di Israele: Ecco lacererò il regno dalla mano di Salomone e ne darò a te dieci tribù.
32 A lui rimarrà una tribù a causa di Davide mio servo e a causa di Gerusalemme, città da me scelta fra tutte le tribù di Israele.
33 Ciò avverrà perché egli mi ha abbandonato, si è prostrato davanti ad Astàrte dea di quelli di Sidòne, a Camos dio dei Moabiti, e a Milcom dio degli Ammoniti, e non ha seguito le mie vie compiendo ciò che è retto ai miei occhi, osservando i miei comandi e i miei decreti, come aveva fatto Davide suo padre.
34 Non gli toglierò il regno di mano, perché l'ho stabilito capo per tutti i giorni della sua vita a causa di Davide, mio servo da me scelto, il quale ha osservato i miei comandi e i miei decreti.
35 Toglierò il regno dalla mano di suo figlio e ne consegnerò a te dieci tribù.
36 A suo figlio lascerò una tribù perché a causa di Davide mio servo ci sia sempre una lampada dinanzi a me in Gerusalemme, città che mi sono scelta per porvi il mio nome.
2 Sam 21,17
1 Re 15,4
37 Io prenderò te e tu regnerai su quanto vorrai; sarai re di Israele.
2 Re 8,19
38 Se ascolterai quanto ti comanderò, se seguirai le mie vie e farai quanto è giusto ai miei occhi osservando i miei decreti e i miei comandi, come ha fatto Davide mio servo, io sarò con te e ti edificherò una casa stabile come l'ho edificata per Davide.
Ti consegnerò Israele;
39 umilierò la discendenza di Davide per questo motivo, ma non per sempre ».
40 Salomone cercò di uccidere Geroboamo, il quale però trovò rifugio in Egitto presso Sisach, re di quella regione.
Geroboamo rimase in Egitto fino alla morte di Salomone.
1 Re 14,25

Conclusione del regno

41 Le altre gesta di Salomone, le sue azioni e la sua sapienza, sono descritte nel libro delle gesta di Salomone.
2 Cr 9,29-31
42 Il tempo in cui Salomone aveva regnato in Gerusalemme su tutto Israele fu di quaranta anni.
43 Salomone si addormentò con i suoi padri e fu sepolto nella città di Davide suo padre; gli succedette nel regno il figlio Roboamo.
Indice

Abbreviazioni
11,1-13 Il peccato di Salomone
11,3 I numeri settecento e trecento sono iperbolici e vogliono accentuare, a loro modo, la magnificenza di Salomone.
Quante mogli e concubine aveva Salomone?
le sue donne gli pervertirono il cuore: con il TM;
BJ omette perché ripetizione del v 4; manca nei LXX.
11,3-4 Dio approva la poligamia e le concubine?
11,4 Come poteva il cuore di Davide essere descritto come appartenente interamente al Signore?
11,7 Milcom: con i LXX; il TM ha: « Molek ».
- Milcom è il Dio nazionale degli ammoniti ( Ger 49,1-3; 2 Sam 12,30, LXX );
Camos quello dei moabiti ( Nm 21,29; Ger 48,46 ).
11,13 I matrimoni stranieri di Salomone servivano alla sua politica: i santuari pagani erano destinati alle sue donne e ai commercianti.
Ma questi contatti mettevano in pericolo la purezza dello jahvismo e l'autore interpreta i fatti nello spirito e nello stile del Deuteronomio: infedeltà religiosa che Dio castiga suscitando nemici all'esterno ( vv 14s ) e all'interno ( vv 26s ).
11,14-25 Ribellioni esterne
11,19 Tafni non è un nome proprio, ma un titolo egiziano: « la sposa del re », approssimativamente spiegato dal titolo ebraico: « la grande signora »,
titolo che designa la regina madre ( cf. 1 Re 15,13+ ).
11,20 allevò: con i LXX; il TM ha: « svezzò ».
11,22-25 Qui l'ordine dei vv, scompigliato dall'inserzione della notizia su Razòn, è ristabilito secondo i LXX.
- La ricostituzione del regno di Damasco,
su cui Davide aveva dominato ( 2 Sam 8,6 ), preparava un duro nemico per Israele.
11,23-25 I vari re di Damasco, capitale dell'omonimo regno arameo, approfitteranno della divisione del regno in Israele e Giuda e saranno avversari d'Israele per quasi due secoli.
11,26-43 La rivolta di Geroboamo
11,30 lo lacerò in dodici pezzi: il gesto simbolico che compie il profeta, rende visibile ed efficace la parola che pronunicia ( vedi Ger 27,1-8; Ger 28,1-4.10-11 ).
Il profeta assegna dieci tribù a Geroboamo e due a Giuda:
forse Giuda e Beniamino ( vedi 1 Re 12,21 ) o Giuda e Simeone.
Tutta l'azione simbolica viene formulata con la terminologia deuteronimistica.
Le azioni simboliche dei profeti sono gesti non solo espressivi, ma già efficaci
( cf. Ger 18,1+ ).
I dieci pezzi attribuiti a Geroboamo sono le dieci tribù dei nord ( cf. 2 Sam 19,44 ); restano due pezzi, ma che rappresentano solo una tribù lasciata al successore di Salomone: quella di Giuda, che aveva assorbito Simeone ( Gs 19,1 ).
11,33 I verbi al singolare con le versioni.
11,36 lampada: immagine della permanenza di una stirpe.
11,41 libro delle gesta di Salomone: questo libro andato perduto sembra una delle antiche fonti di 1 Re 3-11.
11,42 quarant'anni: probabilmente dal 970 al 931 circa a.C.