Le realtà umane

F 34

Vino

Rif.


  Il vino è uno dei beni elementari della prosperità in Oriente.  
  Si capisce allora perché esso diventi simbolo della felicità e sia intimamente legato alle promesse divine e alle benedizioni patriarcali.  
  Per cui si ritrova il vino come segno della benedizione divina e dell'apparizione degli ultimi tempi.  
  A questo titolo è presente nella coppa eucaristica.
D 31

Testi

Rilievi

Rif.


Sal 104,14-15
Dt 32,13-14
L'olio, il grano e il vino sono tre beni essenziali alla vita, e indicano la felicità.  

Dt 7,13
Dt 28,51
Abbondanza di vino significa benedizione di Dio; assenza di vino castigo.  

Sal 104,15
Gdc 9,13
Sir 40,20
Il vino è legato alla gioia che esso esprime e provoca.  

Am 9,14
Os 14,8
Os 2,11
Ger 31,12
Is 62,8
Quando Dio restaura il suo popolo dopo un castigo, questo fatto si manifesta nell'abbondanza di vino.  

Gen 49,11-12
Gen 27,28.37
A volte, l'abbondanza del vino è legata a un contesto messianico: il Messia porterà il vino.  

Pr 9,1-5
Is 55,1-2
Il vino sarà servito durante un banchetto messianico.  
Si noti, in questi due testi, che il vino simboleggia l'insegnamento di Dio.  

Mc 2,22
Gv 2,1-11
Nel N. T. viene ripresa proprio questa nota sapienziale del vino.
B 33
B 80

Gv 2,6-8
Gv 15,3
Gv 17,17-19
Il vino della sapienza purificherà, d'ora in poi, invece dell'acqua di abluzione.
B 80

Mt 26,27-29
Sal 16,5
Sal 23,5
La nozione escatologica del vino nel banchetto eucaristico.
D 31

Indice