Salmi

Capitolo 81 ( 80 )

CEI 2008 - Audio Interconfessionale

Indice

La festa delle Capanne

1 Al maestro del coro. Su « I torchi … ». Di Asaf.
Sal 8,1
2 Esultate in Dio, nostra forza,
acclamate al Dio di Giacobbe.
3 Intonate il canto e suonate il timpano,
la cetra melodiosa con l'arpa.
4 Suonate la tromba
nel plenilunio, nostro giorno di festa.
Lv 23,34
Nm 29,12
5 Questa è una legge per Israele,
un decreto del Dio di Giacobbe.
Es 23,14+
6 Lo ha dato come testimonianza a Giuseppe,
quando usciva dal paese d'Egitto.
Un linguaggio mai inteso io sento:
7 « Ho liberato dal peso la sua spalla,
le sue mani hanno deposto la cesta.
Es 1,14
Es 6,6
8 Hai gridato a me nell'angoscia
e io ti ho liberato,
avvolto nella nube ti ho dato risposta,
ti ho messo alla prova alle acque di Meriba.
Es 19,19
Es 17,1-7
Sal 95,8
9 Ascolta, popolo mio, ti voglio ammonire;
Israele, se tu mi ascoltassi!
Es 15,26
Is 55,2-3
10 Non ci sia in mezzo a te un altro dio
e non prostrarti a un dio straniero.
Es 20,2-3p
11 Sono io il Signore tuo Dio,
che ti ho fatto uscire dal paese d'Egitto;
apri la tua bocca, la voglio riempire.
12 Ma il mio popolo non ha ascoltato la mia voce,
Israele non mi ha obbedito.
Dt 9,7
13 L'ho abbandonato alla durezza del suo cuore,
che seguisse il proprio consiglio.
Ger 3,17
Ger 7,24
14 Se il mio popolo mi ascoltasse,
se Israele camminasse per le mie vie!
Is 48,18
15 Subito piegherei i suoi nemici
e contro i suoi avversari porterei la mia mano.
Lv 26,7-8
16 I nemici del Signore gli sarebbero sottomessi
e la loro sorte sarebbe segnata per sempre;
17 li nutrirei con fiore di frumento,
li sazierei con miele di roccia ».
Indice

Abbreviazioni
81,1 Il riferimento al culto d'Israele e alle sue feste, la centralità del primo comandamento e l'invito all'ascolto-obbedienza al Signore formano il contenuto di questo inno di lode.
81 Un preludio ( vv 2-6 ) introduce un oracolo divino ( cf. Sal 50; Sal 95 ) nello stile del Dt.
La festa delle capanne ( cf. Es 23,14+ ) commemorava il soggiorno nel deserto e la legge sul Sinai.
Era la festa per eccellenza.
81,4 Al plenilunio di settembre-ottobre è legata la festa delle Capanne, che ricorda la permanenza del popolo d'Israele nel deserto, dopo l'uscita dall'Egitto, veniva considerato festivo.
Si festeggiava il primo giorno del mese lunare o « neoménia » ( 2 Re 4,23; Is 1,13; Os 2,13; Am 8,5 ).
L'inizio del settimo mese fu per molto tempo considerato come il capodanno
( Lv 23,24; Nm 29,1 ); alla luna piena seguente era celebrata la festa delle capanne ( Lv 23,34; Nm 29,12 ).
81,6 sento: attualizzazione liturgica ( LXX e sir.: « sentì » ).
Questa prima persona rappresenta l'assemblea di Israele che deve essere in ascolto di Dio ( cf. vv 9.12.14 ).
81,7 Ho liberato dal peso: si riferisce alla liberazione dai lavori pesanti, ai quali erano stati sottoposti gli Ebrei in Egitto.
81,8 A Merìba, località del deserto del Sinai, il popolo d'Israele si era ribellato a Dio
( Es 17,2-7; Nm 20,2-13 ).
Al momento della teofania del Sinai.
81,17 li nutrirei: BJ congettura: « io lo avrei nutrito »; il TM ha: « lo avrebbe nutrito ».