Salmi

Capitolo 86 ( 85 )

CEI 2008 - Audio Interconfessionale

Preghiera nella prova

1 Supplica. Di Davide
Signore, tendi l'orecchio; rispondimi,
perché io sono povero e infelice.
2 Custodiscimi perché sono fedele;
tu, Dio mio, salva il tuo servo, che in te spera.
3 Pietà di me, Signore,
a te grido tutto il giorno.
4 Rallegra la vita del tuo servo,
perché a te, Signore, innalzo l'anima mia.
Sal 25,1
5 Tu sei buono, Signore, e perdoni,
sei pieno di misericordia con chi ti invoca.
6 Porgi l'orecchio, Signore, alla mia preghiera
e sii attento alla voce della mia supplica.
Sal 5,2-3
7 Nel giorno dell'angoscia alzo a te il mio grido
e tu mi esaudirai.
8 Fra gli dèi nessuno è come te, Signore,
e non c'è nulla che uguagli le tue opere.
Es 15,11
Sal 35,10
Sal 89,9
9 Tutti i popoli che hai creato verranno
e si prostreranno davanti a te, o Signore,
per dare gloria al tuo nome;
Ger 10,6
Ap 15,8
Sal 22,28
10 grande tu sei e compi meraviglie:
tu solo sei Dio.
11 Mostrami, Signore, la tua via,
perché nella tua verità io cammini;
donami un cuore semplice
che tema il tuo nome.
Sal 27,11
Sal 26,3
12 Ti loderò, Signore, Dio mio, con tutto il cuore
e darò gloria al tuo nome sempre,
13 perché grande con me è la tua misericordia:
dal profondo degli inferi mi hai strappato.
Sal 88,7
14 Mio Dio, mi assalgono gli arroganti,
una schiera di violenti attenta alla mia vita,
non pongono te davanti ai loro occhi.
Sal 54,5
15 Ma tu, Signore, Dio di pietà, compassionevole,
lento all'ira e pieno di amore, Dio fedele,
Es 34,6+
Sal 103,8
Sal 145,8
16 volgiti a me e abbi misericordia:
dona al tuo servo la tua forza,
salva il figlio della tua ancella.
Sal 25,16
Sal 116,16
17 Dammi un segno di benevolenza;
vedano e siano confusi i miei nemici,
perché tu, Signore, mi hai soccorso e consolato.
Indice

Abbreviazioni
86,1 In questa lamentazione, che la liturgia ebraica riserva al giorno solenne dell'Espiazione ( o Kippùr ), compaiono elementi già incontrati in altre lamentazioni simili; ma il rinnovato sentimento di fiducia, il totale abbandono in Dio e la speranza del suo intervento nella situazione di sofferenza che attanaglia l'orante, la rendono particolarmente viva e appassionata.
86 Composizione ellenistica senza grande unità letteraria, che riflette lo stato d'animo dei giudei devoti, precursori degli asidei dell'epoca maccabaica.
86,2 in te spera: BJ congettura: « ha fiducia in te. Tu sei il mio Dio »; il TM ha: « Tu sei il mio Dio che ha fiducia in te ».
86,4 rivolgo l'anima mia: vedi Sal 25,1 e nota relativa.
86,9 che hai creato: alla lettera « che hai fatto », secondo il TM; glossa spostata qui dallo stico precedente. BJ omette.