Salmi

Capitolo 25 ( 24 )

CEI 2008 - Audio Interconfessionale

Preghiera nel pericolo

1 Di Davide.
ALEF. A te, Signore, elevo l'anima mia,
Sal 86,4
2 BET. Dio mio, in te confido: non sia confuso!
Non trionfino su di me i miei nemici!
Sal 22,6
Sal 40,15s
Is 49,23
Is 50,7
3 GHIMEL. Chiunque spera in te non resti deluso,
sia confuso chi tradisce per un nulla.
4 DALET. Fammi conoscere, Signore, le tue vie,
insegnami i tuoi sentieri.
Sal 27,11
Sal 86,11
Sal 119,35
Sal 143,8
Gv 14,6
Gv 16,13
5 HE. Guidami nella tua verità e istruiscimi,
perché sei tu il Dio della mia salvezza.
VAU. in te ho sempre sperato.
6 ZAIN. Ricordati, Signore, del tuo amore,
della tua fedeltà che è da sempre.
7 HET. Non ricordare i peccati della mia giovinezza:
ricordati di me nella tua misericordia,
per la tua bontà, Signore.
Gb 13,26
Is 64,8
Sal 106,4+
8 TET. Buono e retto è il Signore,
la via giusta addita ai peccatori;
9 IOD. guida gli umili secondo giustizia,
insegna ai poveri le sue vie.
10 CAF. Tutti i sentieri del Signore sono verità e grazia
per chi osserva il suo patto e i suoi precetti.

Tb 3,2
Sal 85,10-11
11 LAMED. Per il tuo nome, Signore,
perdona il mio peccato anche se grande.
12 MEM. Chi è l'uomo che teme Dio?
Gli indica il cammino da seguire.
Pr 19,23
13 NUN. Egli vivrà nella ricchezza,
la sua discendenza possederà la terra.
Sal 37,9.29
Is 57,13
14 SAMECH. Il Signore si rivelerà a chi lo teme,
gli fa conoscere la sua alleanza.
15 AIN. Tengo i miei occhi rivolti al Signore,
perché libera dal laccio il mio piede.
Sal 123,1
Sal 141,8-9
16 PE. Volgiti a me e abbi misericordia,
perché sono solo ed infelice.
Sal 86,16
Sal 119,132
17 ZADE. Allevia le angosce del mio cuore,
liberami dagli affanni.
18 Vedi la mia miseria e la mia pena
e perdona tutti i miei peccati.
19 RES. Guarda i miei nemici: sono molti
e mi detestano con odio violento.
20 SIN. Proteggimi, dammi salvezza;
al tuo riparo io non sia deluso.
Sal 16,1
21 TAU. Mi proteggano integrità e rettitudine,
perché in te ho sperato.
22 PE. O Dio, libera Israele
da tutte le sue angosce.
Sal 130,8
Indice

Abbreviazioni
25,1 Lamentazione individuale, nella quale ogni versetto è scandito dalle lettere dell'alfabeto ebraico ( vedi nota a Sal 9 ).
Su tutta la composizione aleggia la serenità che scaturisce dal rapporto confidenziale con il Signore, che non dimentica mai il suo fedele.
innalzo l'anima mia: con questo modo di dire, l'orante intende sottolineare che si rivolge a Dio con tutto se stesso, esprimendo piena fiducia in lui ( v. 2 ).
25,7 i peccati della mia giovinezza: il TM qui aggiunge: « e le mie trasgressioni », doppione omesso da sir.;
- per la tua bontà, Signore: BJ trasferisce questo stico dopo v 5c.
25,9 ai poveri: con il TM che però ripete « umili »; BJ con sir. ha: « infelici ».
25,13 Alla convinzione ereditata dai saggi di Israele, che una ricompensa terrena è accordata al giusto, si aggiunge qui la speranza dei giudei, ritornati dall'esilio, nel pieno godimento del paese degli antenati.
25,14 Piuttosto che il mistero divino ( Sap 2,22 ) bisogna intendere qui l'intimità con Dio
( Sal 73,28; Pr 3,32; Gb 29,5; Es 33,20+ ), unita alla conoscenza delle cose divine
( Ger 16,21; Ger 31,34; Os 6,6 ).
25,17 Allevia: BJ congettura: « allenta »; il TM ha: « hanno allentato ».
25,21b BJ aggiunge con i LXX: « Jahve »; omesso dal TM.
25,22 Questo v, che è in sovrappiù nella serie alfabetica, può essere una antifona liturgica postesilica ( cf. ugualmente Sal 34,23 ).