Salmi

Capitolo 118 ( 117 )

CEI 2008 - Audio Interconfessionale

Liturgia per la festa delle Capanne

1 Alleluia.
Celebrate il Signore, perché è buono;
perché eterna è la sua misericordia.
Sal 100,5+
Sal 136,1s
2 Dica Israele che egli è buono:
eterna è la sua misericordia.
Sal 115,9-11+
Sal 135,19-20
3 Lo dica la casa di Aronne:
eterna è la sua misericordia.
4 Lo dica chi teme Dio:
eterna è la sua misericordia.
5 Nell'angoscia ho gridato al Signore
mi ha risposto, il Signore, e mi ha tratto in salvo.
Sal 4,2
6 Il Signore è con me, non ho timore;
che cosa può farmi l'uomo?
Sal 27,1
Sal 56,12
Eb 13,6
Sal 54,6-9
7 Il Signore è con me, è mio aiuto,
sfiderò i miei nemici.
8 È meglio rifugiarsi nel Signore
che confidare nell'uomo.
9 È meglio rifugiarsi nel Signore
che confidare nei potenti.
10 Tutti i popoli mi hanno circondato,
ma nel nome del Signore li ho sconfitti.
11 Mi hanno circondato, mi hanno accerchiato,
ma nel nome del Signore li ho sconfitti.
12 Mi hanno circondato come api,
come fuoco che divampa tra le spine,
ma nel nome del Signore li ho sconfitti.
Dt 1,44
13 Mi avevano spinto con forza per farmi cadere,
ma il Signore è stato mio aiuto.
14 Mia forza e mio canto è il Signore,
egli è stato la mia salvezza.
Es 15,2
Is 12,2
15 Grida di giubilo e di vittoria,
nelle tende dei giusti:
la destra del Signore ha fatto meraviglie,
16 la destra del Signore si è innalzata,
la destra del Signore ha fatto meraviglie.
17 Non morirò, resterò in vita
e annunzierò le opere del Signore.
Sal 11,7
Is 38,19
18 Il Signore mi ha provato duramente,
ma non mi ha consegnato alla morte.
19 Apritemi le porte della giustizia:
voglio entrarvi e rendere grazie al Signore.
Sal 24,7-10
20 È questa la porta del Signore,
per essa entrano i giusti.
Is 26,2
Is 1,26
21 Ti rendo grazie, perché mi hai esaudito,
perché sei stato la mia salvezza.
22 La pietra scartata dai costruttori
è divenuta testata d'angolo;
Is 28,16
Zc 3,9
Zc 4,7
Mt 21,42p
At 4,11
Ef 2,20
1 Cor 3,11
23 ecco l'opera del Signore:
una meraviglia ai nostri occhi.
24 Questo è il giorno fatto dal Signore:
rallegriamoci ed esultiamo in esso.
25 Dona, Signore, la tua salvezza,
dona, Signore, la vittoria!
Ne 1,11
26 Benedetto colui che viene nel nome del Signore.
Vi benediciamo dalla casa del Signore;
Mt 21,9p
Mt 23,39p
27 Dio, il Signore è nostra luce.
Ordinate il corteo con rami frondosi
fino ai lati dell'altare.
Lv 23,40
Ne 8,15
2 Mac 10,7
28 Sei tu il mio Dio e ti rendo grazie,
sei il mio Dio e ti esalto.
29 Celebrate il Signore, perché è buono:
perché eterna è la sua misericordia.
Indice

Abbreviazioni
118,1 Tutto Israele, con i suoi sacerdoti e con quanti osservano fedelmente la legge, viene esortato alla lode e al ringraziamento a Dio per il suo agire amorevole e provvidenziale ( vv. 1-4 ).
L'inno prosegue poi con la storia personale del salmista, contrassegnata da pericoli, prove e sofferenze ( vv. 5-18 ), ma sempre custodita e protetta dal Signore.
I vv. 19-27 collocano l'orante all'ingresso del tempio, dove si snoda una processione festosa attorno all'altare ( con allusioni alla festa delle Capanne ).
118 Questo canto chiude l'Hallel ( cf. Sal 113,1+ ).
Un invitatorio ( vv 1-4 ) precede l'inno di ringraziamento posto sulle labbra della comunità personificata ed è completato dalla raccolta delle risposte ( vv 19s.25s ), recitate da diversi gruppi quando la processione entrava nel tempio.
L'insieme è stato forse utilizzato per la festa descritta in Ne 8,13-18 ( cf. Esd 3,4;
Zc 14,16; Es 23,14+; cf. anche Esd 3,11 ).
118,2 Dica Israele: con il TM; BJ traduce: « lo dica, la casa di Israele » con i LXX ( cf. v 3 ).
118,10 li ho sconfitti: BJ traduce: « li prendo a sciabolate ».
Si traduce anche: « io li faccio circoncidere » ( Giovanni Ircano costrinse idumei e greci alla circoncisione ).
118,12b BJ traduce: « hanno fiammeggiato ( LXX ) come fuoco di rovi »;
il TM ha: « si sono spenti ».
- L'ultimo stico deve essere un doppione.
118,13 Mi avevano spinto: con versioni; il TM ha: « tu mi hai spinto ».
118,19 porte della giustizia: le porte del tempio.
118,22 La pietra è simbolo del popolo d'Israele e, nel NT, di Cristo ( Mt 21,42-44; Ef 2,20;
1 Pt 2,7 ).
La pietra d'angolo ( o chiave di volta ) univa due muri, assicurandone la stabilità
( Is 28,16; Ger 51,26; Zc 4,7 ).
118,23 Il tempio è ricostruito ( cf. Ag 1,9; Zc 1,16 ).
La « pietra d'angolo » ( o « pietra di cima », cf. Ger 51,26 ), che può diventare una « pietra d'inciampo », è un tema messianico ( Is 8,14; Is 28,16; Zc 3,9; Zc 4,7;
Zc 8,6 ) e designerà il Cristo ( Mt 21,42p; At 4,11; Rm 9,33; 1 Pt 2,4s; cf. Ef 2,20;
1 Cor 3,11 ).
118,24 Nella tradizione cristiana, questo v è applicato al giorno della resurrezione del Cristo e utilizzato nella liturgia pasquale.
118,26 All'acclamazione rituale del v 25 ( in ebraico hoshi'ah na', « dà la salvezza »,
da dove Osanna ), i sacerdoti rispondevano con questa benedizione, che fu ripresa dalla folla nel giorno delle palme: è poi entrata nel Sanctus della messa romana.
118,27 Ordinate …: alla lettera « date inizio alla cerimonia con palme ».
Rito dei lulab, tirsi o palme che si agitavano intorno all'altare.