Le realtà umane

F 29

Messe

Rif.


  Nel mondo agricolo, la messe dà un ritmo determinante alla vita; molti atteggiamenti dipendono, sul piano umano, solo da questo fatto.  
  Ogni messe raccoglie quello che si è seminato e insegna agli Ebrei a prendere coscienza della finalità dei loro atti; ogni messe è anche una tappa verso una maggiore ricchezza, un maggior benessere: è quindi come il segno naturale della marcia verso l'era messianica.  
  Infine, ogni messe è un dono di Dio; se ne siamo consapevoli, occorre che ne lasciamo godere i poveri e riconosciamo la parte che spetta a Dio, sia nei sacrifici sia nell'azione di grazie.  

Testi

Rilievi

Rif.


Rut 2-3
Una delle pagine più descrittive delle mietiture ebraiche e delle loro tradizioni particolari.  

  Le prime socializzazioni delle mietiture:  
Gen 8,22
a) la regolarità delle mietiture fa parte dei vantaggi dell'Alleanza stipulata con Noè;  
Pr 20,4
Sir 11,4
2 Cor 9,6
Mt 6,26
b) si miete ciò che si è seminato ( idea della retribuzione );
E 29
Lv 19,9
Lv 23,22
Dt 23,26
Dt 24,19
Lv 25,5.11
Is 37,30
c) la terra appartiene a Dio; il mietitore è solo un amministratore; egli rispetta i diritti della spigolatura e gli anni sabbatici;
D 57
Es 34,32
Lv 23,10
Es 23,16
Es 22,28
Is 9,2
d) le feste di Pasqua e di Pentecoste sono antiche feste delle primizie di mietiture
D 55
D 56
D 60
destinate a conservare il carattere sacro della dipendenza dei mietitori da Dio;  
Lv 26,3-12
e) la messe dipenderà dalla osservanza della Legge;  
Am 9,13-15
Sal 126,5-6
f) la messe sarà l'immagine dei tempi messianici.  

  Un aspetto sacro di ordine spirituale si ispira anche alle leggi della mietitura:  
Pr 22,8
Os 8,7
Os 10,12-13
Mt 7,16-19
1 Cor 9,11
2 Cor 9,6
Gal 6,7-9
a) la messe sarà l'immagine della realizzazione morale: si miete ciò che si è seminato;  
Gv 4,35-38
Ap 14,15-16
Gl 4,13
Ger 5,17
Mt 13,28-30.39
b) la messe sarà l'immagine del giudizio finale
E 16
o di un giudizio particolare.  
Is 41,15
Ger 51,33
L'immagine della trebbiatura della messe diventa quella del giudizio delle nazioni.  
Am 9,9
Is 33,11
Is 41,16
Ger 13,24
Ger 51,2
Sal 83,14
Mt 3,12
Tema parallelo: vaglio dei popoli nel giudizio per separavi gli eletti.  
Sal 4,8
Os 6,11
Sal 126,5-6
c) La messe è il simbolo della ricchezza, della benedizione di Dio;  
Mt 13,3.32
Mt 9,37-38
d) la messe è l'immagine del progresso del Regno di Dio, condizionato dalla « semente »: la Parola;
D 6
C 13
F 37
Gv 4,36-38
Lc 10,1-3
Mt 9,36-38
e) il missionario è il mietitore, ma è Cristo che ha seminato e ha visto le primizie della messe nei Samaritani.  

Indice