La Chiesa

C 55

Predicazione

Rif.


  Tre generi letterali dominano la predicazione del N. T.  
  Prima di tutto, il Vangelo o la proclamazione della Buona Novella ai poveri.  
  Poi, l'invito o la chiamata di Dio alla conversione e alla partecipazione al banchetto messianico.  
  Infine, la predicazione del Nome, l'annuncio della risurrezione e dell'instaurazione del Regno del Signore.  
  Una scheda speciale
C 54
  ha trattato di un quarto genere: il kerigma missionario.  

Testi

Rilievi

Rif.


 

I - Vangelo

 
Lc 4,43-44
Mc 1,1
Mt 3,2
Mt 4,23
At 13,32-33
Il Vangelo è predicato come « Buona Novella » avendo come centro di interesse il Regno di Cristo.
C 13

Mt 9,35
Mt 10,7
Mt 24,14
Essendo questo Regno universale,
C 14
la predicazione dovrà essere fatta al mondo intero.
C 17

1 Ts 1,2-10
Il Vangelo trova la sua conferma nei miracoli e nella effusione dello Spirito Santo.  

Is 40,9-11
Is 61,1-2
Lc 4,16-22
Mt 11,2-6
Questa Buona Novella si appoggia sulle profezie di Is. in cui trova il suo significato: predicazione del Regno teocratico
A 43
ai poveri.  

Lc 6,20-23
Lc 2,10
Mt 5,3-12
Così nel senso di « proclamazione » del Regno ai poveri si devono intendere le beatitudini di Lc.
E 36
Mt darà loro un tono più moraleggiante.  

At 13,26
Rm 10,14-17
Ef 1,13
Buona Novella è l'annuncio della « salvezza ».
B 61

Col 1,26-29
Col 4,2-4
Ef 3,1-7
Rm 1,1-6
È infine la predicazione del « mistero »; cioè del compiersi, nella venuta di Cristo e della Chiesa, del piano di Dio.
D 9

 

II - Invito

 
Pr 9,2-5
Mt 22,2-10
Mt 25,6
Gv 2,2
Pr. ha creato il tema dell'invito al banchetto.  
Gli apostoli sono paragonati ai servi che vanno a distribuire gli inviti.
B 103

 

III - Predicazione del Nome

 
Rm 1,4-5
At 8,12
La predicazione del Nome
B 10
significa che l'oggetto principale è l'elevazione data dagli apostoli a questa predicazione.  

At 4,19-20
At 5,41-42
At 6,1-6
1 Cor 1,16-17
Importanza primordiale data dagli apostoli a questa predicazione  

At 5,29-32
At 10,37-43
Piano ideale di questo genere di predicazione.  
Cinque punti: continuità dei due Testamenti, morte e esaltazione di Gesù, pentimento e perdono dei peccati.
D 21
Si noti che è Pietro a fissare lo schema della catechesi.
C 85

At 2,39
At 10,34ss
At 17,30
At 20,21
Un sesto tema: l'adesione dei Gentili alla salvezza.
C 19

At 3,14-19
At 13,16-42
1 Cor 15,1-10
Ciascun apostolo tratta questi temi secondo il proprio temperamento individuale e secondo i problemi concreti ai quali deve far fronte.  

At 17,22-34
Tentativo mal riuscito di utilizzare la tecnica oratoria greca.  

Eb 6,1-2
Mt 28,19
At 16,29-34
At 18,8
La predicazione prepara alla fede e la fede al battesimo.  
Trilogia essenziale.
D 13

2 Cor 2,14-16
Lc 10,16
At 4,29-31
La predicazione prolunga la parola del Verbo
B 29
e, come tale, sposa il mistero della Parola di Dio.
D 6

1 Cor 1-2
La predicazione si concentra volentieri su un solo tema: la croce;
B 93
ma allora congloba in esso tutti i temi.  

At 2,22
At 10,38
1 Cor 4,18-21
Lc 24,19
Lc 1,1-4
L'argomento dei miracoli del Signore
B 79
interviene rapidamente nella catechesi primitiva e spiega anche la composizione dei vangeli.  

Indice