Apostoli

IndiceS

I dodici discepoli chiamati da Gesù a seguirlo.

Apostolo ( dal greco apostéllo: mando, incarico  non è un qualsiasi predicatore, ma il delegato ufficiale, l'ambasciatore.

Nel Nuovo Testamento può assumere due accezioni.

In senso largo, apostoli sono tutti coloro che sono ufficialmente inviati ad annunciare il Vangelo ed esercitano nella comunità una funzione di autorità.

In senso stretto, sono i "dodici" che hanno seguito Gesù, dal battesimo di Giovanni fino all'ascensione ( At 1,22 ).

I Vangeli riportano quattro elenchi dei loro nomi e in tutti Pietro è al primo posto.

Il numero 12 è simbolico e si riferisce alle dodici tribù di Israele ( Mt 19,28; Lc 22,30 ): i dodici sono il fondamento e il perno del nuovo popolo di Dio.

Dopo la partenza di Gesù testimoniano la risurrezione del Signore, custodiscono le sue parole e i suoi gesti, presiedono alla predicazione e alla preghiera, impongono le mani per conferire gli incarichi ( At 6,2 ).

Secondo la tradizione cattolica la funzione apostolica ( garantire la fedeltà alla tradizione degli apostoli, guidare la comunità, consacrare gli altri ministri ) continua nel collegio dei vescovi in comunione con il papa.

v. Andrea; Bartolomeo; Filippo; Giacomo; Giacomo di Alfeo; Giovanni apostolo; Giuda di Giacomo; Giuda Iscariota; Matteo; Paolo di Tarso; Pietro; Simone; Tommaso

Un discepolo del gruppo dei dodici che Gesù scelse per prepararli in modo particolare e per mandarli ad annunziare il suo messaggio.

Questa parola significa « inviato » e nel N. T. è usata anche per Paolo e altri cristiani impegnati a diffondere la fede.

In Eb 3,1 è un titolo applicato a Cristo.

Dal greco apó e stello, "allestire", "mandare" via: designa dunque un "inviato".

Il termine si è incentrato sui 12 discepoli che Gesù si scelse, individualmente, conferendo loro la missione di proseguire e completare la sua attività redentrice.

Li formò con sollecita cura, finché la discesa dello Spirito Santo il giorno di Pentecoste li rese infallibili nell'insegnamento ed impeccabili nella condotta.

Essi elessero a loro continuatori dei vescovi, i quali, sebbene personalmente non infallibili né impeccabili, hanno tuttavia ricevuto il mandato di governare la comunità dei fedeli, di istruirla e di santificarla con i sacramenti.

Gesù promise alla Chiesa la sua assistenza indefettibile lungo tutto il decorso dei secoli ( Mt 28,20 ).

Gli apostoli saranno in seguito associati alla missione del Figlio ( Gv 13,20; Gv 17,18; Gv 20,21; Gv 17,20+; At 1,26+; At 22,21+; Rm 1,1+ )

Gv 4,34

Gesù prega infine ( vv 20-26 ) per la chiesa dei credenti riuniti dalla testimonianza degli apostoli ( Gv 3,11+; Gv 15,27; Rm 1,1+ ), perché la loro unità susciti la fede nella sua missione ( 1 Gv 1,1-3; 1 Gv 2,24 )

Gv 17,20
  At 18,26

Ti manderò lontano: « apostolo » significa « inviato ».

Queste parole del Cristo equivalgono quindi alla costituzione di Paolo come apostolo ( Gal 1,1; 1 Cor 9,1; 2 Cor 12,11-12) e specialmente come apostolo dei pagani ( Gal 1,16; Gal 2,7-8; Rm 1,5; Rm 11,13; Rm 15,16.18; Ef 3,6-8; Col 1,25-29; 1 Tm 2,7 ), sebbene gli Atti ( se si eccettua At 14,4.14 ) riservino abitualmente questo titolo ai dodici.

At 22,21

Apostolo: questo titolo di origine giudaica, che significa « inviato » ( Gv 13,16; 2 Cor 8,23; Fil 2,25 ), è applicato nel N. T. ora ai dodici discepoli scelti dal Cristo ( Mt 10,2; At 1,26; At 2,37; 1 Cor 15,7; Ap 21,14 ) per essere suoi testimoni ( At 1,8+ ), ora, in senso più largo, ai missionari del vangelo ( Rm 16,7; 1 Cor 12,28; Ef 2,20; Ef 3,5; Ef 4,11 ).

Benché Paolo non sia stato incorporato nel collegio dei dodici, il suo carisma eccezionale di missione presso i pagani ( At 26,17; Rm 11,13; 1 Cor 9,2; Gal 2,8; 1 Tm 2,7 ) fa di lui un apostolo del Cristo ( Rm 1,1; 1 Cor 1,1 ) che in nulla è inferiore ai dodici, perché come essi ( At 10,41 ) ha visto il Cristo risorto ( 1 Cor 9,1 ) e ha ricevuto da lui ( Rm 1,5; Gal 1,16 ) la missione di essere suo testimone ( At 26,16 ).

Pur riconoscendosi l'ultimo degli apostoli ( 1 Cor 15,9 ), Paolo sottolinea chiaramente che è uguale a loro ( 1 Cor 9,5; Gal 2,6-9 ) e che non deve a loro il suo vangelo ( Gal 1,1.17.19 ).

Rm 1,1

Apostolo e sommo sacerdote: il Cristo è apostolo, cioè « inviato » da Dio agli uomini ( Gv 3,17+.34; Gv 5,36; Gv 9,7; Rm 1,1+; Rm 8,3; Gal 4,4+ ) e sommo sacerdote, che rappresenta gli uomini presso Dio ( Eb 2,17; Eb 4,14+; Eb 5,5.10; Eb 6,20; Eb 7,26; Eb 8,1; Eb 9,11; Eb 10,21 ).

Eb 3,1

sicurezza degli ...

Con franchezza: l'idea di « franchezza » o di « sicurezza », già sottolineata a proposito degli apostoli ( At 4,13.29.32 ), ritorna con insistenza quando si tratta di Paolo ( At 9,27-28; At 14,3; At 19,8; At 26,26; At 28,31 ).

Stessa insistenza nell'epistolario paolino ( 1 Ts 2,2; 2 Cor 3,12; 2 Cor 7,4; Fil 1,20; Ef 3,12; Ef 6,19-20 ).

At 13,46

debolezza degli ...

Le parole tradotte con « spazzatura » e « rifiuto » designano anche i miserabili che servivano da vittime di espiazione nelle pubbliche calamità.

spesso Paolo ritorna sulle pene e le persecuzioni che incontra nel suo apostolato e sul modo che Dio gli dà di superarle ( 2 Cor 4,7-12; 2 Cor 6,4-10; 2 Cor 11,23-33; 1 Ts 3,4; 2 Tm 3,10-11 ).

Secondo lui la debolezza dell'apostolo dimostra la potenza di colui che lo manda ( 2 Cor 12,9s; Fil 4,13 ), perché la grandezza dell'opera compiuta non può essere attribuita alla sola azione dell'inviato ( 2 Cor 4,7+ ).

1 Cor 4,13

incapacità di capire degli ...

Questo tema degli apostoli che non comprendono le parole o gli atti di Gesù è stato particolarmente sottolineato da Mc ( Mc 6,53; Mc 7,18, Mc 8,17-18.21.33; Mc 9,10.32; Mc 10,38 ).

A parte alcuni passi paralleli ( Mt 15,16; Mt 16,9.23; Mt 20,22; Lc 9,45 ) e Lc 18,34; Lc 24,25.45; Mt e Lc l'hanno di solito omesso, se non addirittura corretto: confrontare Mt 14,33 con Mc 6,51-52 e vedere Mt 13,51 ( Gv 14,26+ ).

Mc 4,13

dubbi degli ...

Alcuni però dubitavano: altra traduzione, meno autorizzata dalla grammatica: « essi che avevano dubitato ».

Su questi dubbi, che Mt deve menzionare qui per non aver raccontato un'altra apparizione ai discepoli, Mc 16,11.14; Lc 24,11.41; Gv 20,24-29

Mt 28,17

dodici ...

L'elenco dei dodici apostoli ( Mc 3,14+ e Lc 6,13+ ) ci è pervenuto in quattro forme, secondo Mt, Mc, Lc e At.

Si divide in tre gruppi di quattro nomi; il primo di ogni gruppo è identico in tutte le forme: Pietro, Filippo e Giacomo d'Alfeo; ma poi, all'interno, l'ordine può cambiare.

Nel primo gruppo, quello dei discepoli più vicini a Gesù, Mt e Lc accostano i fratelli Pietro e Andrea, Giacomo e Giovanni; in Mc e At, Andrea è riportato come quarto, cedendo il suo posto ai due figli di Zebedeo, divenuti, con Pietro, i tre intimi del Signore ( Mc 5,37+ ).

Più tardi, in At, Giacomo di Zebedeo passerà dopo il fratello più giovane, Giovanni, divenuto più importante ( At 1,13; At 12,2+ e già Lc 8,51+; Lc 9,28 ).

Nel secondo gruppo, che sembra aver avuto affinità speciali con i non giudei, Matteo o Levi passa all'ultimo posto nella lista di Mt e di At; e solo in Mt è chiamato « il pubblicano ».

Quanto al terzo gruppo, il più giudaizzante, se Taddeo ( var. Lebbeo ) di Mt e Mc è lo stesso che Giuda ( figlio di Giacomo ) di Lc e At, egli passa in questi ultimi dal secondo al terzo posto.

« Simone lo zelota » di Lc e At è solo la traduzione greca dell'aramaico « Simone Qan'ana » di Mt e Mc; Giuda Iscariota, il traditore, figura sempre all'ultimo posto; il suo nome è spesso interpretato come « l'uomo di Keriot » ( Gs 15,25 ), ma potrebbe anche venire dall'aramaico sheqarja, « il mentitore, l'ipocrita ».

Mt 10,2s

Schedario biblico

Comunità primitiva C 20
Dodici C 40
Apostoli C 41
Potere delle chiavi C 44
Giovanni C 84
Pietro C 85
Paolo C 86
Giacomo, fratello del Signore C 90
Testimoni C 42
Imposizione delle mani D 5

Magistero

Che cosa significa apostolo? significa mandato, significa inviato, ambasciatore, incaricato di compiere un ordine a distanza, significa missionario, messaggero, nunzio.

Catechesi Paolo VI
11-11-1970

La gloriosa eredità di questi due Apostoli è motivo di spirituale fierezza per Roma e, al tempo stesso, è richiamo a vivere le virtù cristiane, in modo particolare la fede e la carità: la fede in Gesù quale Messia e Figlio di Dio, che Pietro professò per primo e Paolo annunciò alle genti; e la carità, che questa Chiesa è chiamata a servire con orizzonte universale.

Angelus Francesco
29-6-2015

Queste due "liberazioni", di Pietro e di Paolo, rivelano il cammino comune dei due Apostoli, i quali furono mandati da Gesù ad annunciare il Vangelo in ambienti difficili e in certi casi ostili.

Entrambi, con le loro vicende personali ed ecclesiali, dimostrano e dicono a noi, oggi, che il Signore è sempre al nostro fianco, cammina con noi, non ci abbandona mai.

Angelus Francesco
29-6-2017

Concilio Ecumenico Vaticano II

Nati dal popolo ebraico Nostra aetate 4
sono seme del nuovo Israele Ad gentes 5
ai quali Cristo affidò i tesori della Nuova Alleanza Unitatis redintegratio 3
Scelti personalmente da Cristo e inviati Lumen gentium 19
  Ad gentes 4
  Ad gentes 5
come Egli era stato inviato dal Padre Lumen gentium 17
  Lumen gentium 18
  Presbyterorum ordinis 2
Per annunziare e attuare la salvezza Sacrosanctum concilium 6
  Christus Dominus 2
  Ad gentes 1
  Ad gentes 4
  Dignitatis humanae 1
  Dignitatis hananae 11
  Gaudium et spes 33
La loro missione confermata con l'invio dello Spirito Santo, da allora cominciano gli « atti degli ... » Lumen gentium 19
  Lumen gentium 21
  Lumen gentium 48
  Dei verbum 20
  Ad gentes 4
aspettarono lo Spirito Santo con Maria Lumen gentium 59
loro Regina Presyberorum ordinis 18
Gli ... inviati nel mondo per una missione universale Christus Dominus 36
col triplice potere di insegnare, reggere e santificare Lumen gentium 19
  Christus Dominus 2
  Unitatis redintegratio 2
  Apostolicam actuositatem 2
la loro autorità è un dono dello Spirito Santo Lumen gentium 7
Furono istituiti a modo di Collegio Lumen gentium 19
  Lumen gentium 22
  Christus Dominus 4
  Unitatis redintegratio 2
  Unitatis redintegratio 3
  Ad gentes 38
Cristo pregò per la loro unità Gaudium et spes 32
Sono il fondamento e le colonne della Chiesa universale per volontà di Cristo Lumen gentium 6
  Lumen gentium 19
  Nostra aetate 4
  Ad gentes 9
  Ad gentes 22
Diffusero e radunarono la Chiesa universale Lumen gentium 19
  Dei verbum 17
e generarono le Chiese Ad gentes 1
Fondarono non poche Chiese patriarcali dell'Oriente Unitatis redintegratio 14
nelle quali risplende la tradizione degli ... Orientalium ecclesiarum 1
in varie forme e in modi diversi Unitatis redintegratio 14
Loro ufficio di insegnare: Cristo per loro mezzo trasmette la sua dottrina e le sue istituzioni Dei verbum 19
  Unitatis redintegratio 4
Nella loro parola risuona la voce dello Spirito Santo Dei verbum 21
Gli ... trasmisero ciò che impararono da Cristo e dallo Spirito Santo Dei verbum 7
Insegnarono la verità Unitatis redintegratio 24
di cui furono testimoni come Cristo Dignitatis humanae 11
con quella più completa intelligenza del Vangelo che ebbero dopo la risurrezione di Cristo e la venuta dello Spirito Santo Dei verbum 19
  Dei verbum 20
Trasmisero l'unica vera religione Dignitatis Humanae 1
la dottrina di Cristo Lumen gentium 19
il Vangelo fonte di ogni verità salutare e regola morale Dei verbum 7
  Dei verbum 8
Suscitarono la fede in Cristo Dei verbum 17
Trasmisero il Canone della Bibbia v. Canone Dei verbum 11
Il loro insegnamento è principio di unione e unità nella Chiesa Lumen gentium 13
La loro predicazione è espressa in modo speciale nei libri ispirati e nella Santa Tradizione Dei verbum 8
  Dei verbum 9
  Dei verbum 10
  Dei verbum 18
Raccomandarono i consigli evangelici Lumen gentium 43
Scelsero collaboratori capaci di insegnare Presbyterorum ordinis 11
e trasmisero ai Vescovi l'ufficio di maestri Dei verbum 7
Ufficio di governo: Cristo affida agli ... la guida della Chiesa Lumen gentium 8
della quale essi sono pastori Lumen gentium 19
  Christus Dominus 2
Sono l'origine della gerarchia Ad gentes 5
Ebbero cura di costituire successori Lumen gentium 20
ai loro collaboratori trasmisero il dono dello Spirito Santo con l'imposizione delle mani Lumen gentium 21
Istituirono diaconi Sacrosanctum concilium 86
Ad essi erano sottomessi i carismatici Lumen gentium 7
Ufficio di santificare: Lumen gentium 19
  Christus Dominus 2
Hanno il glorioso ministero dello Spirito Lumen gentium 21
Erano partecipi della consacrazione di Cristo da trasmettere ai successori Lumen gentium 28
  Presbyterorum ordinis 2
Per volontà di Cristo e suggerimento dello Spirito Santo scelsero sacerdoti Presbyterorum ordinis 11
Loro comportamento: diedero alla verità e alla carità la testimonianza del sangue Lumen gentium 50
Si appoggiarono alla potenza di Dio Gaudium et spes 76
Furono fratelli di tutti Presbyterorum ordinis 3
Pastori amorevoli Unitatis redintegratio 2
Coraggiosi e umili Dignitatis humanae 11
Poveri e perseguitati Ad gentes 6
Disinteressati Presbyterorum ordinis 18
Rispettosi degli uomini e delle autorità Dignitatis humanae 11

Catechismo della Chiesa Cattolica

La vita dell'uomo - conoscere e amare Dio 2ss
La Tradizione apostolica 75ss
Il Nuovo Testamento 126
Il linguaggio della fede 171
Una sola fede 173
I simboli della fede 194
« Le chiavi del Regno » 553
Alla Cena Gesù ha anticipato l'offerta libera della sua vita 611
Le apparizioni del Risorto 641ss
« Gesù salì al cielo, siede alla destra di Dio Padre onnipotente » 664
« Credo nello Spirito Santo » 688
La Chiesa è apostolica 857ss
I fedeli - gerarchia, laici, vita consacrata 873
Il collegio episcopale e il suo capo, il Papa 880ss
La comunione dei beni spirituali 949
Il potere delle chiavi 981
dalla Chiesa degli Apostoli 1086ss
I sacramenti della Chiesa 1120
Il Battesimo di Cristo 1223
Il ministro della Confermazione 1313
L'istituzione dell'Eucaristia 1337
« Fate questo in memoria di me » 1341
Lo svolgimento della celebrazione 1349
Dio solo perdona il peccato 1442
Riconciliazione con la Chiesa 1444
Il ministro di questo sacramento 1461
Il Sacramento dell'Ordine 1536
L'ordinazione episcopale - pienezza del sacramento dell'Ordine 1556
  1560ss
Chi può conferire questo sacramento? 1575ss
Il Decalogo nella Tradizione della Chiesa 2068
Comp. 12; 15; 109; 120; 132; 174; 175; 176; 180; 222; 234; 247; 254; 265; 272; 273; 276; 298; 307; 326; 331; 421  

Rinnovamento Catechesi

La Chiesa ascolta religiosamente la parola di Dio 11
Il magistero della Chiesa 13
Vocazione alla carità 47
Predicare Gesù uomo perfetto 59
Egli intatti è il Risorto 67
Il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo, protagonisti del piano di salvezza 83
La catechesi sulla Chiesa, come "popolo adunalo nell'unità del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo" 86
La Rivelazione trasmessa nella Chiesa della parola viva della Tradizione 104
Perennità e contenuto della Tradizione apostolica 109
La storia della Chiesa e dei popoli 112
Il Vescovo e la sua diocesi 145
Il corpo episcopale 191